BORSE EUROPA - Indici riducono guadagni, focus trimestrali

giovedì 29 luglio 2010 16:54
 

                             indici              chiusura 
                          alle 16,50     var.        2009 
---------------------------------------------------------------
EuroStoxx50 .STOXX50E       2.769,15    +0,11%    2.966,24 
FTSEurofirst300 .FTEU3      1.051,73    +0,09%    1.045,76 
Stoxx banche             225,38    -0,01%      221,27 
Stoxx oil&gas            297,49    +0,04%      330,54 
Stoxx tech               193,97    +0,12%      184,35 
----------------------------------------------------------------
 LONDRA, 29 luglio (Reuters) -  Le borse europee sono in
lieve rialzo, con l'eccezione della piazza tedesca, dopo aver
brevemente esteso i guadagni della mattina dopo l'apertura al
rialzo della piazza di Wall Street.
 A fare da ago della bilancia sono le trimestrali in Europa,
mentre un supporto arriva anche dal lato macro con il calo delle
richieste di sussidi di disoccupazione negli Usa che hanno
migliorato il sentiment.
 I telefonici .STXE brillano dopo una raffica di
trimestrali nel settore, a partire da France Telecom e
Telefonica che trascinano l'indice a più 1,7%.
 Alle 16,50 l'indice europeo FTSEurofirst 300 .FTEU3 sale
dello 0,09%. L'indice Ftse 100 britannico .FTSE sale dello
0,42%, il Dax tedesco .GDAXI cede lo 0,08% e il Cac 40
francese .FCHI sale dello 0,28%.
 
 Tra i titoli in evidenza:
* LUFTHANSA (LHAG.DE: Quotazione) trascina il Dax tedesco in negativo
cedendo oltre il 4%. La compagnia di bandiera nonostante una
buona semestrale nella quale ha confermato l'outlook sul 2010,
sconta prese di profitto dopo il forte rialzo del titolo
nell'ultimo mese, dicono gli analisti.
 * FRANCE TELECOM FTE.PA sale del 6% dopo aver archiviato
il secondo trimestre con risultati superiori alle attese e
confermato le previsioni sull'intero anno. Il colosso delle tlc
ha registrato ricavi pari a 11,19 miliardi di euro contro gli
11,05 miliardi attesi, l'Ebitda a 3,98 miliardi contro una stima
di 3,95 miliardi. Un dividendo di 1,40 euro per azione verrà
pagato per il 2010, 2011 e 2012, con un anticipo a settembre
0,60 euro per azione.
 * Utili sopra le attese anche per TELEFONICA (TEF.MC: Quotazione), su
del 3,6%. Nel primo semestre le attività estere hanno più che
compensato la debolezza del mercato spagnolo. L'utile netto si è
attestato a 3,78 miliardi di euro contri i 3,6 miliardi attesi e
i ricavi sono stati pari a 29,05 miliardi di euro, rispetto ai
28,55 miliardi stimati. 
 * BRITISH TELECOM (BT.L: Quotazione) avanza del 4% dopo aver reiterato
l'outlook sul 2010. L'operatore, i cui risultati del primo
trimestre sono stati in linea con le attese, con l'utile per
azione su del 16% a 4,4 pence e i ricavi in calo del 4% a 5
miliardi di sterline.
 * L'operatore televisivo spagnolo TELECINCO TL5.M,
controllata del gruppo Mediaset (MS.MI: Quotazione) cede il 6% circa dopo il
downgrade del titolo a "underperform" da parte di BofA Merrill,
nonostante un utile nel primo semestre in crescita del 73%.
 * Calo per il colosso diversificato SIEMENS (SIEGn.DE: Quotazione) che
perde poco meno del 2% pur avendo invertito nel terzo trimestre
fiscale la tendenza discendente del fatturato e avendo alzato
l'outlook. Dato che il titolo da inizio anno è stato il quinto
milgiore nel mercato tedesco "potrebbe trattarsi di prese di
profitto", spiega un operatore di Commerzbank.
 * CAPGEMINI (CAPP.PA: Quotazione), leader in Europa per i servizi
all'IT, trascina il Cac balzando di circa il 9% dopo aver
rivisto al rialzo gli obiettivi di utile operativo per il 2010.
Nel primo semestre dell'anno le vendite e gli utili netti
(rispettivamente di 4,2 milioni di euro e di 101 milioni di
euro) sono stati superiori alle attese.
 * Le farmaceutiche tedesche BAYER (BAYGn.DE: Quotazione) e MERCK
(MRCG.DE: Quotazione) avanzano dello 0,63% e del 4,3%. La prima ha
confermato la guidance sul 2010 e la seconda l'ha rivista al
rialzo per la seconda volta.
 * ASTRAZENECA (AZN.L: Quotazione) sale del 3% sulla scia di risultati
trimestrali solidi e forte del via libera ricevuto dalle
autorità sanitarie americane per la vendita del farmaco
Brilinta, indicato per le cardiopatie.
 * Il gruppo finlandese NESTE OIL NES1V.HE, attivo nella
raffinazione del greggio, cede oltre 5%, dopo il brusco calo
degli utili registrato nel secondo trimestre, scesi a 5 milioni
di euro contro i 47 milioni del corrispondente periodo dello
scorso anno. 
 * STATOIL (STL.OL: Quotazione) cede il 3,8% dopo che il gruppo
energetico norvegese ha comunicato i risultati del secondo
trimestre, inferiori alle attese, a detta degli analisti, a
causa dei bassi prezzi del gas e del greggio.