BORSE EUROPA - Indici positivi, bene minerari,attesa stress test

venerdì 23 luglio 2010 10:28
 

                             indici              chiusura 
                          alle 10,20    var.         2009 
---------------------------------------------------------------
EuroStoxx50 .STOXX50E       2.727,60    +0,49%    2.966,24 
FTSEurofirst300 .FTEU3      1.043,66    +0,41%    1.045,76 
Stoxx banche             211,07    -0,03%      221,27 
Stoxx oil&gas            296,31    +0,61%      330,54 
Stoxx tech               199,67    -0,02%      184,35
----------------------------------------------------------------
 LONDRA, 23 luglio (Reuters) - Le piazze europee avanzano
dopo un avvio incerto e volatile, sostenute dal settore
minerario grazie al rialzo del prezzo del rame e ad alcune
banche che hanno ritracciato le iniziali perdite in attesa della
pubblicazione degli stress test.
 "I mercati in questo momento non perdonano nulla, e questo
riflette l'immensa incertezza che stiamo attraversando. Quale
che sia il risultato degli stress test, buono o cattivo o
indifferente, questo non soddisferà i mercati", ha detto Howard
Wheeldon, strategist per Bgc Partners a Londra.
 L'indice di settore sulle minerarie  avanzano
dell'1,43%, con il prezzo del rame MCU3 su di circa l'1%.
 Intorno alle 10,20 l'indice europeo FTSEurofirst 300
.FTEU3 sale dello 0,49%. Sui singoli mercati il Ftse 100
britannico .FTSE avanza dello 0,17%, il Dax tedesco .GDAXI
dello 0,56% e il Cac 40 francese .FCHI dello 0,52%.
 
 Tra i titoli in evidenza:
 * ANGLO AMERICAN (AAL.L: Quotazione), KAZAKHMYS (KAZ.L: Quotazione) e XSTRATA
XTA.L avanzano tra l'1,3% e il 2,6%.
 * ERICSSON (ERICb.ST: Quotazione) cede quasi il 4% dopo una trimestrale
sotto le stime degli analisti, con l'utile core a 5,3 miliardi
di corone contro i 5,8 attesi, danneggiato soprattutto dal collo
di bottiglia creatosi nel settore scorte e la scarsità di
componenti per la crisi. L'ad ha detto di aspettarsi un
miglioramento della questione nel secondo semestre.
 * La produttrice di abbigliamento sportivo ADIDAS ADSG.DE
avanza del 4% dopo aver registrato un balzo nel secondo
trimestre dell'utile netto a 126 milioni di euro dai 76 attesi e
soprattutto rispetto ai 9 milioni di utile di un anno fa.
 * TELEFRANCE (TFFP.PA: Quotazione) avanza del 4,2% dopo aver alzato
l'outlook sull'intero anno. Secondo gli analisti di Natixis la
ripresa del mercato pubblicitario in linea con le previsioni si
combina con un risultato operativo superiore alle attese,
mostrando così l'efficacia del piano di riduzione dei costi.
 * VODAFONE (VOD.L: Quotazione) avanza dell'1,2%, Il colosso della
telefonia è tornato a crescere nel primo trimestre, con i ricavi
da servizi sono saliti dell'1,1% a 10,59 miliardi di sterline
rispetto alla contrazione dello 0,2% del trimestre precedente.
 * AKZONOBEL (AKZO.AS: Quotazione), società olandese specializzata in
vernici e materiali ricoprenti, avanza del 4%. A fronte di
ricavi per 3,9 miliardi di euro nel secondo trimestre sopra le
attese di 3,68 miliardi, la società ha detto di aver già
raggiunto l'obiettivo per il 2011 di un margine del 14%
dell'Ebitda e di ritenersi cautamente ottimista nonostante
l'incertezza eocnomica.