BORSE EUROPA - Indici in calo, pesano Bernanke, stress test

giovedì 22 luglio 2010 10:29
 

                             indici              chiusura 
                           alle 10,05    var.         2009 
---------------------------------------------------------------
EuroStoxx50 .STOXX50E       2.634,27    -0,16%    2.966,24 
FTSEurofirst300 .FTEU3      1.018,08    -0,18%    1.045,76 
Stoxx banche             205,23    +0,28%      221,27 
Stoxx oil&gas            288,08    -0,59%      330,54 
Stoxx tech               195,67    -0,37%      184,35 
----------------------------------------------------------------
 LONDRA, 22 luglio (Reuters) - Mattinata negativa  per le
borse europee, che hanno aperto in calo di oltre mezzo punto,
penalizzate dal sentiment negativo diffusosi tra gli investitori
dopo le dichiarazioni del presidente della Fed Bernanke.
 "I mercati europei sono in calo in risposta alle
dichiarazioni di Bernanke e in attesa delle pubblicazione degli
stress test di domani, che spinge tutti a rimanere sulle proprie
posizioni" ha detto Justin Urquhart-Stewart, responsabile
investimenti di  Seven Investment Management.
  I titoli del settore  bancario  sopportano a fatica
la  pressione legata alla pubblicazione  degli stress test,
prevista per domani e mostrano una certa volatilità. Lo Stoxx
paneuropeo delle materie prime  alle 10,00 ora italiana
cede lo 0,2% mentre il settore energetico  cede lo 0,59%.
 Alle 10.05 ora italiana l'indice europeo FTSEurofirst 300
.FTEU3 cede lo 0,16%.  L'indice Ftse 100 britannico .FTSE
perde lo 0,11%, il Dax tedesco .GDAXI è piatto,  e il Cac 40
francese .FCHIcede lo 0,17%.
 
 Tra i titoli in evidenza:
 * CREDIT SUISSE CSN.VX cede attorno l'1%, dopo aver aperto
in calo di oltre il 2%,  a seguito della pubblicazione dei 
risultati trimestrali che hanno mostrato come l'istituto sia in
grado di attrarre capitali da parte dei clienti più solidi, ma
in maniera meno consistente rispetto al trimestre precedente.
 * Il produttore di turbine eoliche danese VESTAS (VWS.CO: Quotazione)
guadagna circa il 3% dopo la notizia di un mega-ordine di 190
turbine da 570 megawatts per un parco eolico in California da
parte di  Alta Wind Holdings, una sussidiaria di proprietà di
Terra-Gen Power. Quest'ultima ha parlato di un investimento di
1,2 milioni di euro  nel progetto.
 * L'agenzia di trasporto marittimo INCHCAPE (INCH.L: Quotazione)
guadagna  il 2,23% dopo che Nomura ha alzato il suo rating a
"neutral" da "reduce".
 *Il gruppo francese BIOMERIEUX  (BIOX.PA: Quotazione), specializzato in
diagnostica in vitro, cede circa il 9% dopo risultati semestrali
deludenti nelle vendite che hanno costretto il gruppo a rivedere
al ribasso i target di crescita per il 2010.  
*Sempre nel biotech NICOX (NCOX.PA: Quotazione) perde il 20%, sfiorando i
minimi dall'inizio dell'anno, dopo l'annuncio che la Fda non ha
approvato il farmaco Naproxcinod.
 *AUTONOMY AUTN.L, azienda britannica che fornisce software
per le imprese, cede il 9,38 dopo le dichiarazioni
dell'amministratore delegato, che ha parlato di "tassi di
crescita più bassi del previsto" e rimandato la decisione per
eventuali acquisizioni. 
 *Il colosso minerario russo PETROPAVLOVSK (POG.L: Quotazione) cede oltre
il 3% dopo l'annuncio che la produzione annuale sarà più bassa
di  quanto precedentemente annunciato, con l'output di oro sceso
del 26% nella prima metà dell'anno rispetto ai piani.
 * UNIBAIL-RODAMCO UNBP.PA, gruppo franco-olandese attivo
nella gestione immobiliare,  guadagna il 2,4% dopo l'annuncio
della distribuzione di un dividendo di 20 euro per azione  a
fronte dei buoni risultati semestrali.