BORSE EUROPA - Listini giù su Pil Germania, male automotive

martedì 16 agosto 2011 10:36
 

                             indici              chiusura 
                           alle 10,35    var.%        2010 
---------------------------------------------------------------
EuroStoxx50 .STOXX50E        2.272,94    -2,22    2.792,82 
FTSEurofirst300 .FTEU3        951,79     -1,80    1.121,67 
Stoxx banche             145,76     -2,14     196,31 
Stoxx oil&gas            283,55     -1,58     332,58 
Stoxx tech               178,21     -2,14     215,82 
----------------------------------------------------------------
 
LONDRA, 16 Agosto (Reuters) - Sono in forte calo le borse
europee in mattinata, dopo la notizia che il Pil della Germania
ha avuto nel secondo trimestre 2011 un rallentamento superiore
alle attese, crescendo dello 0,1%. Il dato corretto sui primi
tre mesi dell'anno era di un progresso dell'1,3%.
 Restano forti intanto le attese sull'incontro di questo
pomeriggio tra il presidente francese Nicolas Sarkozy e la
cancelliera tedesca Angela Merkel, per discutere sulla crisi del
debito della zona euro.
 Alle ore 10,35 italiane, l'indice FTSEurofirst300 .FTEU3
perde l'1,80%.
 Per quanto riguarda i singoli listini, a Londra il FTSE 100
.FTSE lascia sul campo l'1,45%, il Dax di Francoforte .GDAXI
perde quasi il 2,7%, il Cac 40 di Parigi .FCHI cede il 2,3%, e
l'Ibex di Madrid .IBEX segna -2,0%.
 
 Tra i titoli in evidenza, poche le eccezioni al rosso:
 * In forte calo l'automotive . Tutti i titoli sono in
rosso. Le preoccupazioni sul Pil tedesco prevalgono sul dato,
proveniente sempre dalla Germania, che le immatricolazioni di
nuove auto sul mercato tedesco sono cresciute a luglio del 10%
rispetto a un anno prima.
 * Banche  in perdita. COMMERZBANK (CBKG.DE: Quotazione) arretra
dopo il taglio del target price da parte di JP Morgan.
 * Restando ai finanziari, assicurativi  negativi, con
AEGON (AEGN.AS: Quotazione) che sconta un taglio del prezzo di riferimento 
da parte di Credit Suisse.     
 * In calo le società minerarie e quelle legate alle materie
prime , così come lo stoxx delle aziende chimiche
, con KONINKLIJKE DSM (DSMN.AS: Quotazione) che perde terreno dopo il
taglio del target price da parte di ING.
 * Nel panorama negativo delle costruzioni  spicca in
controtendenza CRH PLC (CRH.I: Quotazione), che fa un balzo in avanti
nonostante dopo un'Ebitda semestrale in crescita del 10% .
 * Il paniere del food&beverage  registra un calo più
contenuto.
 * Non si discostano dalla tendenza generale al ribasso le
holding finanziarie , e neppure le conglomerate
industriali , tra cui KEUHNE & NAGEL KNIN.VX subisce il
taglio del target price da parte di Ubs.
 * In ribasso pure lo stoxx dello healthcare .
FRESENIUS MEDICAL (FMEG.DE: Quotazione) è in perdita nonostante Goldman
Sachs abbia aggiunto il titolo alla conviction buy list
pan-europea.
 * Marcate le perdite dei Media , in cui Goldman Sachs
ha tagliato il prezzo di riferimento di PROSIEBEN PSMG_p.DE.
Non va meglio per i petroliferi , dove però la scoperta
di un nuovo giacimento nel Mare del Nord porta al rialzo diversi
titoli, tra cui STATOIL (STL.OL: Quotazione) e ancor più LUNDIN PETROLEUM
(LUPE.ST: Quotazione).
 * In calo anche il paniere del lusso , così il retail
. 
 * Pesanti pure i tecnologici : gli investitori
guardano alla notizia dell'acquisto di Motorola Mobility (MMI.N: Quotazione)
da parte di Google GOOG.GO per 12,5 miliardi di dollari. Male
anche le tlc .
 * Non fanno eccezione lo stoxx dei viaggi e del tempo libero
 e le utilities , queste ultime in calo di oltre
2,2 punti percentuali, nonostante Ubs abbia aggiunto GDF SUEZ
GSZ.PA e ENAGAS (ENAG.MC: Quotazione) alla lista dei most preferred.