BORSE EUROPA-Azzerano guadagni,bancari giù su timori stress test

lunedì 5 luglio 2010 10:26
 

                             indici              chiusura 
                          alle 10,15    var.         2009 
---------------------------------------------------------------
EuroStoxx50 .STOXX50E       2.513,37    -0,36%    2.966,24 
FTSEurofirst300 .FTEU3        969,37    -0,02%    1.045,76 
Stoxx banche             188,77    -0,47%      221,27 
Stoxx oil&gas            270,99    +0,45%      330,54 
Stoxx tech               188,63    +0,22%      184,35
----------------------------------------------------------------
 LONDRA, 5 luglio (Reuters) - A un'ora dall'avvio delle
contrattazioni, le borse europee hanno annullato i guadagni.
 Sui listini pesa il settore bancario, che risente delle
preoccupazioni per i risultati degli stress test. Ieri il
settimanale tedesco Der Spiegel ha scritto che le autorità di
controllo europee non hanno voluto includere uno scenario di
default sovrano nelle prove.
 Anche il settore minerario è in ribasso, con lo stoxx
 che segna -0,8%.
 Wall Street oggi resterà chiusa dopo l'Independence Day
caduto di domenica.
Intorno alle 10,10 l'indice europeo FTSEurofirst 300 .FTEU3
è  piatto, dopo aver archiviato la peggiore settimana
dell'ultimo mese. Tra i singoli listini il Ftse 100 britannico
.FTSEcede lo 0,19%, il Dax tedesco .GDAXI lo 0,11% e il Cac
40 francese .FCHI lo 0,25%.
 
 Tra i titoli in evidenza:
 * TUI TRAVEL TT.L guadagna circa lo 0,8%, aiutata
dall'upgrade di UBS a "buy" da "neutral", nonostante la
riduzione del target price a 250 pence da 265 pence.
* DEUTSCHE TELEKOM (DTEGn.DE: Quotazione) sale dell'1,3%, dopo che
Credit Suisse ha alzato il rating a "neutral" da "underperform".
 * BP (BP.L: Quotazione) sale di circa il 2,3%. La compagnia petrolifera
BP ha reso noto oggi di aver speso finora 3,12 miliardi di
dollari per contrastare la fuoriuscita di petrolio nel Golfo del
Messico. Ieri il Sunday Times ha scritto che la società starebbe
cercando degli investitori per rafforzare la propria
indipendenza verso eventuali tentativi di takeover. In questo
contesto, secondo un quotidiano del Kuwait, il Kuwait potrebbe
acquistare parte degli asset di BP in Medio Oriente e in Asia.
  * LLOYDS (LLOY.L: Quotazione) cede quasi il 2%. La banca inglese ha
annunciato che cederà la maggioranza della propria divisione di
private equity ricavandone 322 milioni di sterline in cash.