BORSE EUROPA - Indici tengono, guardano a WS dopo dati macro Usa

venerdì 2 luglio 2010 16:21
 

                             indici              chiusura 
                          alle 16,10    var.         2009 
---------------------------------------------------------------
EuroStoxx50 .STOXX50E       2.538,06    +0,77%    2.966,24 
FTSEurofirst300 .FTEU3        973,57    +0,45%    1.045,76 
Stoxx banche             191,01    +1,25%      221,27 
Stoxx oil&gas            270,51    +1,23%      330,54 
Stoxx tech               189,51    +0,81%      184,35
----------------------------------------------------------------
 LONDRA, 2 luglio (Reuters) - Di fronte alla relativa tenuta
di Wall Street, che digerisce i numeri sugli occupati mensili di
giugno e sugli ordini all'industria di maggio, i listini delle
borse europee si mantengono in territorio moderatamente 
positivo dopo il minimo delle ultime cinque settimane messo a
segno ieri.
 Particolarmente in buona salute il settore dei finanziari,
di recente il più colpito dalle vendite, dopo le indiscrezioni
trapelate ieri da fonti vicine alle autorità di sorveglianza,
secondo cui nessuna banca tedesca avrebbe manifestato problemi
nel corso degli 'stress test'.
 Anche dal punto di vista tecnico, fa notare l'economista Kbc
Securities Koen De Leus, il mercato si trova in una posizione di
ipervenduto e approfitta dei dati sugli occupati Usa per un
"rally di sollievo".
 Decisamente positiva anche la performance dei minerari,
protagonisti di un buon rimbalzo dopo la soluzione dei problemi
contrattuali con la categoria in Australia, paese tra i primi
nella produzione di metalli.
 Intorno alle 16,05 l'indice europeo FTSEurofirst 300
.FTEU3 mostra un rialzo di 0,38%, allontanandosi decisamente
dai massimi di seduta. Tra i singoli listini il Ftse 100
britannico .FTSE sale di 0,87%, il Dax tedesco .GDAXI di
0,1% e il Cac 40 francese .FCHI di 0,6%.
 
 Tra i titoli in evidenza:
 * Con un indice di settore  in rialzo di oltre 1,5%,
tra i finanziari da sottolineare il +5,4% di Barclays (BARC.L: Quotazione),
il +5,2% di LLoyds (LLOY.L: Quotazione), il +3% di Bnp Paribas (BNPP.PA: Quotazione) e
il +1,5% di Deutsche Bank (DBKGn.DE: Quotazione). Guadagna 1,7% Royal Bank
of Scotland (RBS.L: Quotazione), che ha annunciato oggi le dimissioni del
responsabile per l'area Ulster, mentre a Dublino brillano Allied
Irish Bank (ALBK.I: Quotazione) a +6,3% e Bank of Ireland (BKIR.I: Quotazione) a +5,3%
 * Il settore minerario  avanza anch'esso di circa
1,5%, con i colossi del settore come ARCELORMITTAL (ISPA.AS: Quotazione),
BHP BILLITON (BLT.L: Quotazione), BG GROUP BG.L, ANGLO AMERICAN (AAL.L: Quotazione) e
RIO TINTO (RIO.L: Quotazione) in rialzo tra l'1,1% e il 2,1%.
 * Molto bene l'olandese ING ING.AS, in rialzo di oltre 3%
grazie alle scommesse sui risultati degli stress test. Una nota
Sns Securities scrive l'esposizione al debito sovrano di Grecia
e Portogallo è relativamente limitato
 * Procede in ribasso di oltre 5% la francese ACCOR
(ACCP.PA: Quotazione). 'Les Echos' scrive oggi che il gruppo starebbe per
 cedere la controllata di ristorazione ferroviaria Wagons-Lits a
Newrest, mentre il prospetto per l'Ipo di un'altra sua
controllata, Lucien Barrière, sarà presentato agli analisti il 7
luglio. EDENRED (EDEN.PA: Quotazione), società nata dallo scorporo di Accor
Services specializzata in buoni pasto, balza di oltre 25% nel
giorno del debutto in borsa
  * DEUTSCHE BORSE (DB1Gn.DE: Quotazione) in rialzo del 3,6% dopo che
Morgan Stanley ha promosso il titolo a "overweight" da
"equal-weight" e ha alzato il target price a 63,8 euro da 55,
con l'agenzia di rating che evidenzia la "più attrattiva
resilienza degli utili 2011 a fronte delle sue pari".
 * Bene la tedesca CONTINENTAL (CONG.DE: Quotazione), in rialzo di circa
3% dopo il miglioramento delle stime sull'esercizio 2010 seguito
alla pubblicazione dei positivi risultati semestrali
 * Sempre nel Dax invece negativa BAYER (BAYGn.DE: Quotazione), che cede
quasi 2% dopo l'abbassamento del target price da 52 a 49 euro da
parte di Ubs, che ha mantenuto il giudizio di 'neutral'
 * Tra i titoli a media capitalizzazione vola di circa 21% la
britannica DANA PETROLEM DNX.L, attiva nel settore
dell'esplorazione di gas liquido e greggio, che ha annunciato
ieri sera di aver ricevuto un'offerta preliminare