BORSE EUROPA-Indici tentano rimbalzo su minerari,pesa incertezza

venerdì 2 luglio 2010 10:15
 

                             indici              chiusura 
                          alle 10,10    var.         2009 
---------------------------------------------------------------
EuroStoxx50 .STOXX50E       2.527,87    +0,37%    2.966,24 
FTSEurofirst300 .FTEU3        972,21    +0,31%    1.045,76 
Stoxx banche             190,34    +0,89%      221,27 
Stoxx oil&gas            269,93    +1,01%      330,54 
Stoxx tech               190,09    +0,74%      184,35
----------------------------------------------------------------
 LONDRA, 2 luglio (Reuters) - Le piazze europee cercano il
rimbalzo trascinate dai minerari grazie all'accordo raggiunto in
Australia, con il governo che ha abbandonato la tassa sui "super
profitti" a favore di un'imposta più leggera [Id:nLDE6610A6].
 I mercati restano tuttavia sotto pressione per l'outlook
sull'economia globale, con gli investitori concentrati sul dato
dell'occupazione non agricola Usa atteso per le 14,30.
 "La decisione sui minerari in Australia sosterrà il settore,
ma a parte questo gli investitori continueranno a guardare agli
occupati non agricoli Usa", ha detto Urquhart Stewart, direttore
per Seven Investment Management.
 "Il mercato è stato spaventato dai dati di ieri e io non
penso che gli investitori vogliano prendere grosse posizioni
prima dei dati Usa", ha aggiunto.
 Intorno alle 10,10 l'indice europeo FTSEurofirst 300
.FTEU3 avanza dello 0,31%. Sui singoli mercati il Ftse 100
britannico .FTSE sale dello 0,33%, il Dax tedesco .GDAXI
dello 0,32% e il Cac 40 francese .FCHI dello 0,13%.
 
 Tra i titoli in evidenza:
 * Il settore minerario  avanza dell'1,5%, con i
colossi del settore come ARCELORMITTAL (ISPA.AS: Quotazione), BHP BILLITON
(BLT.L: Quotazione), BG GROUP BG.L, ANGLO AMERICAN (AAL.L: Quotazione) e RIO TINTO
(RIO.L: Quotazione) in rialzo tra l'1,1% e il 2,1%.
 * La banca e assicuratrice olandese ING ING.AS avanza
dell'1,3%, per effetto della speranza che la banca esca illesa
dagli stress test in corso. In una nota Sns Securities scrive
che l'impatto dell'esposizione della banca al debito sovrano di
Grecia e Portogallo è relativamente limitata.
 * Il gruppo ACCOR (ACCP.PA: Quotazione), specializzato in servizi di
ristorazione, zavorra la piazza francese in calo di oltre il 5%.
Il quotidiano Les Echos scrive oggi che Accor è sul punto di
cedere la costrollata di ristorazione ferroviaria Wagons-Lits a
Newrest, mentre il prospetto per l'Ipo di un'altra sua
controllata, Lucien Barrière, sarà presentato agli analisti il 7
luglio.
 * EDENRED (EDEN.PA: Quotazione), società nata dallo scorporo di Accor
Services e specializzata in buoni pasto, balza di oltre il 20%
al suo debutto in borsa.
 * DEUTSCHE BORSE (DB1Gn.DE: Quotazione) in rialzo del 3,6% dopo che
Morgan Stanley ha promosso il titolo a "overweight" da
"equal-weight" e ha alzato il target price a 63,8 euro da 55,
con l'agenzia di rating che evidenzia la "più attrattiva
resilienza degli utili 2011 a fronte delle sue pari".
 * Il titolo della società danese biofarmaceutica GENMAB
(GEN.CO: Quotazione) balza di oltre il 50%, dopo aver toccato addirittura un
+66%, dopo che con la sua partner GLAXOSMITHKLINE (GSK.L: Quotazione) hanno
annunciato una modifica di un accordo per la licenza del farmaco
anti cancro Azerra che prevede il pagamento anticipato di 90
milioni di sterline da Gsk a Genmab.