BORSE EUROPA - Rialzi indici più contenuti dopo dato lavoro Usa

mercoledì 30 giugno 2010 16:39
 

                             indici              chiusura 
                          alle 16,25    var.         2009 
---------------------------------------------------------------
EuroStoxx50 .STOXX50E       2.570,66    +0,56%    2.966,24 
FTSEurofirst300 .FTEU3        992,90    -0,29%    1.045,76 
Stoxx banche             194,25    +0,85%      221,27 
Stoxx oil&gas            272,91    -0,02%      330,54 
Stoxx tech               193,46    +0,33%      184,35
----------------------------------------------------------------
 LONDRA, 30 giugno (Reuters) - Le piazze europee hanno
ridotto i guadagni dopo la diffusione del dato sul mercato del
lavoro negli Usa, peggiore delle attese a giugno.
 Intorno alle 16,15 l'indice europeo FTSEurofirst 300
.FTEU3 cede lo 0,27%. Sui singoli mercati il Ftse 100
britannico .FTSE sale dello 0,19%, il Dax tedesco .GDAXI
dello 0,30% e il Cac 40 francese .FCHI dello 0,13%.
 Dal rapporto Adp è emerso un aumento degli occupati nel
settore privato Usa a giugno di 13.000 unità a fronte delle
60.000 attese.
 
 Tra i titoli in evidenza:
 * PORTUGAL TEELCOM PTC.LS perde oltre il 3% dopo il veto
del governo portoghese alla vendita della quota di PT nella
joint venture brasiliana a Telefonica (TEF.MC: Quotazione).
 * TESCO (TSCO.L: Quotazione) cede a Londra oltre il 2% dopo che gli
analisti di Citigroup hanno rivisto al ribasso il target price
della catena di supermercati, la terza al mondo, indicando una
stima inferiore di circa 800 milioni di sterline di utili nel
2009-2010 considerando in modo omogeneo e paragonabile i bilanci
dei concorrenti.
 * Brilla a Francoforte LEONI (LEOGn.DE: Quotazione). Commerzbank ha
alzato il target price a 21,50 euro, confermando "buy".
L'impressione degli analisti è che il secondo trimestre non si
deteriorerà rispetto ai primi tre mesi.
 * Denaro su H&T GROUP (HTGR.L: Quotazione). Il broker ha detto di
attendersi utili lordi per l'intero anno superiori alle attese
del mercato, grazie al prezzo dell'oro e ai margini.
 * Rimane tonica, anche se sotto i massimi di seduta, la
farmaceutica inglese ASTRAZENECA (AZN.L: Quotazione). Un tribunale Usa ha
confermato il brevetto della società sul farmaco anti
colesterolo Crestor contro le richieste dei produttori di
farmaci generici.
 * BRITISH PETROLEUM (BP.L: Quotazione) sale del 4,7% circa. La compagnia
ha visto il valore dei suoi titoli più che dimezzarsi, pur con
qualche rialzo speculativo, dall'incidente della piattaforma
Deepwater Horizon nel Golfo del Messico e la conseguente
fuoriuscita di petrolio. Il crollo in borsa ha innescato voci di
un possibile takeover di Bp da rivali come ExxonMobil (XOM.N: Quotazione) e
Royal Dutch Shell (RDSa.L: Quotazione).