BORSE EUROPA - Indici positivi, volatilità su timori banche

mercoledì 30 giugno 2010 10:10
 

                             indici              chiusura 
                          alle 10,00    var.         2009 
---------------------------------------------------------------
EuroStoxx50 .STOXX50E       2.569,68    +0,52%    2.966,24 
FTSEurofirst300 .FTEU3        997,90    +0,21%    1.045,76 
Stoxx banche             193,91    +0,67%      221,27 
Stoxx oil&gas            275,04    +0,76%      330,54 
Stoxx tech               193,19    +0,19%      184,35
----------------------------------------------------------------
 LONDRA, 30 giugno (Reuters) - Le piazze europee sono in
lieve rialzo dopo una partenza incerta e le perdite di ieri, in
una sessione che dovrebbe mantenersi volatile con la fine del
trimestre che si avvicina e i persistenti timori legati alla
liquidità delle banche alla viglia della scadenza del prestito a
12 mesi da 442 miliardi di euro della Bce.
 "I mercati sono molto sensibili a qualsiasi segnale che la
crescita non procede. Ci sono stati punti interrogativi relativi
ai principali componenti della crescita come la domanda dei
consumatori Usa e la domanda cinese [...] non ci sono molte
buone notizie", ha detto Bernard McAlinden, investment
strategist per NCB Stockbrokers a Dublino.
 I titoli del settore farmaceutico  e del settore auto
 avanzano rispettivamente dell'1,11% e dell'1,5%.
 Intorno alle 10,00 l'indice europeo FTSEurofirst 300
.FTEU3 guadagna lo 0,52%. Sui singoli mercati il Ftse 100
britannico .FTSE sale dello 0,41%, il Dax tedesco .GDAXI
dello 0,40% e il Cac 40 francese .FCHI dello 0,35%.
 
 Tra i titoli in evidenza:
 * La farmaceutica inglese ASTRAZENECA (AZN.L: Quotazione) balza di oltre
il 10% dopo che un tribunale Usa ha confermato il brevetto della
società sul farmaco anti colesterolo Crestor contro le richieste
dei produttori di farmaci generici.
 * RHEINMETALL (RHMG.DE: Quotazione) avanza del 3,5% dopo che BofA
Merrill Lynch ha promosso il titolo a "buy" da "neutral",
trascinando con sé il comparto auto.
 * L'utility austriaca VERBUND (VERB.VI: Quotazione) cede oltre il 5,8%
dopo aver annunciato un aumento di capitale da 1 miliardo di
euro.
 * BRITISH PETROLEUM (BP.L: Quotazione) sale di oltre il 4,7%. La
compagnia ha visto il valore dei suoi titoli più che dimezzarsi,
pur con qualche rialzo speculativo, dall'incidente della
piattaforma Deepwater Horizon nel Golfo del Messico e la
conseguente fuoriuscita di petrolio. Il crollo in borsa ha
innescato voci di un possibile takeover di Bp da rivali come
ExxonMobil (XOM.N: Quotazione) e Royal Dutch Shell (RDSa.L: Quotazione).
 * OCTOPLUS OCTO.AS, società olandese di biotecnologie,
brilla segnando un rialzo del 13,6% dopo l'annuncio di un
accordo con la farmaceutica svizzera NOVARTIS NOVN.AX per
l'utilizzo da parte di quest'ultima di tecnologie della prima.