BORSE EUROPA - Indici fermi su minimi dopo partenza Wall Street

giovedì 24 giugno 2010 15:59
 

                             indici              chiusura 
                          alle 15,55    var.         2009 
---------------------------------------------------------------
EuroStoxx50 .STOXX50E       2.677,79    -1,00%    2.966,24 
FTSEurofirst300 .FTEU3      1.030,09    -0,96%    1.045,76 
Stoxx banche             202,12    -1,70%      221,27 
Stoxx oil&gas            287,27    -1,26%      330,54 
Stoxx tech               198,84    -1,24%      184,35
----------------------------------------------------------------
 LONDRA, 24 giugno (Reuters) - Restano in territorio negativo
e in prossimità dei minimi di seduta gli indici delle borse
europee, depressi dal debole debutto di quelli Usa.
 Gli ultimi numeri macro statunitensi relativi a sussidi di
disoccupazione e ordinativi di beni durevoli tornano a destare
tra gli investitori timori sui tempi della ripresa economica.
 Tra i più colpiti i titoli finanziari, il cui indice di
settore  arretra di un punto e mezzo circa.
 Poco prima delle 16 l'indice europeo FTSEurofirst 300
.FTEU3 perde 0,89% a 1.030 punti, poco oltre i minimi
intraday.
 Uno sguardo ai singoli mercati mostra il Ftse 100 britannico
.FTSE in calo di 0,7%, il Dax tedesco .GDAXI a -0,61% e il
Cac 40 francese .FCHI a -1,17%.
 
 Tra i titoli in evidenza:
 * Balza fino a oltre 8% la tedesca MediGene MDGGn.DE, dopo
l'annuncio dai risultati della seconda fase di test clinici di
un nuovo farmaco 
 * Tra i bancari spicca la debolezza dei titoli Deutsche Bank
(DBKGn.DE: Quotazione) e Barclays (BARC.L: Quotazione), che secondo un analista
potrebbero essere i più colpiti dalla riforma Usa relativa agli
scambi 'over the counter' e la regolamentazione dei derivati.
 * Arretra di quasi 3% Adidas ADSG.DE: la concorrente Nike
(NKE.N: Quotazione) ha annunciato ieri un utile netto in forte aumento nel
quarto trimestre, avvertendo però forti pressioni sui costi.
 * Bene la britannica United utilities (UU.L: Quotazione), in rialzo di
oltre 2% dopo le raccomandazioni positive di Credit Suisse.
 * Debole Heidelberg Cement (HEIG.DE: Quotazione), ancora penalizzata dai
numeri Usa di ieri sul crollo del mercato immobiliare.