BORSE EUROPA - Indici in calo su timori banche

martedì 22 giugno 2010 16:24
 

                             indici              chiusura 
                          alle 16,15    var.         2009 
---------------------------------------------------------------
EuroStoxx50 .STOXX50E       2.742,09    -0,95%    2.966,24 
FTSEurofirst300 .FTEU3      1.049,22    -0,58%    1.045,76 
Stoxx banche             207,82    -0,96%      221,27 
Stoxx oil&gas            293,24    -1,57%      330,54 
Stoxx tech               202,33    -0,71%      184,35
----------------------------------------------------------------
 LONDRA, 22 giugno (Reuters) - Nonostante un avvio positivo
di Wall Street, l'azionario europeo resta debole con il mercato
che sta riflettendo sulle possiibli implicazioni della decisione
della Cina di dare più flessibilità allo yuan. 
 Sul Vecchio Continente pesano anche i rinnovati timori sulle
banche europee dopo il downgrade di Fitch su BNP Paribas e la
revisione al ribasso da parte di Credit Agricole delle stime di
utili sulla controllata Emporiki. 
 L'indice FTSEurofirst 300 .FTEU3 cede lo 0,50%,
l'Eurostoxx 50 .STOXX50E lo 0,91%. Perdite poco sotto l'1% per
Londra e Parigi, tiene meglio Francoforte. 
 Tra i titoli in evidenza:
 * Le banche guidano i ribassi con l'indice di settore che
cede l'1,21%. In particolare quelle francesi - come BNP
(BNPP.PA: Quotazione), AGRICOLE (CAGR.PA: Quotazione) e SOCGEN (SOGN.PA: Quotazione) - cedono tra il
2,5 e il 4,5%. 
 * Mista la reazione delle banche inglesi all'annuncio del
ministro delle Finanze Alistair Darling sulla tassa
straordinaria del 50% sui bonus dei dipendenti oltre 25.000
sterline. LLOYD'S (LLOY.L: Quotazione) balza del 3,28%, ROYAL BANK OF
SCOTLAND (RBS.L: Quotazione) è invece piatta. Entrambe erano in calo prima
dell'annuncio. 
 * BP (BP.L: Quotazione) cede il 4,18% e ha toccato i minimi dal 1997 sul
lievitare dei costi per risolvere il problema della falla nel
Golfo del Messico. 
 * La finanziaria olandese AEGON (AEGN.AS: Quotazione) cede quasi il 2%
dopo aver annunciato che potrebbe vendere la sua divisione Usa
di riassicurazioni vita Transamerica.