BORSE EUROPA - Indici in rosso su affievolirsi euforia yuan

martedì 22 giugno 2010 10:23
 

                             indici              chiusura 
                          alle 10,10    var.         2009 
---------------------------------------------------------------
EuroStoxx50 .STOXX50E       2.756,53    -0,42%    2.966,24 
FTSEurofirst300 .FTEU3      1.052,81    -0,24%    1.045,76 
Stoxx banche             208,28    -0,74%      221,27 
Stoxx oil&gas            295,95    -0,66%      330,54 
Stoxx tech               203,41    -0,18%      184,35
----------------------------------------------------------------
 LONDRA, 22 giugno (Reuters) - Le piazze europee partono
negative, interrompendo il rally durato nove sessioni
consecutive, a casa dell'affievolirsi dell'euforia per
l'annuncio della Cina sabato scorso di consentire una maggiore
flessibilità dello yuan.
 "E' stata una cosa buona per un giorno, ma ora torniamo al
lavoro. Il mercato tornerà a concentrarsi su dati
macroeconomici. Le persone hanno dato troppo peso alla mossa
sulla valuta di quanto ne meritasse", ha detto Koen De Leus,
economista per Kbc Securities.
 Il paniere legato alle materie prime , in calo
dell'1%, sconta il calo dei prezzi dei metalli dopo il rally di
ieri. Significative le perdite anche per il settore finanziario
, giù dello 0,74%.
 Intorno alle 10,10 l'indice europeo FTSEurofirst 300
.FTEU3 perde lo 0,42%. Sui singoli mercati il Ftse 100
britannico .FTSE cala dello 0,51%, il Dax tedesco .GDAXI
dello 0,10% e il Cac 40 francese .FCHI dello 0,36%.
 
 Tra i titoli in evidenza:
 * Le banche francesi, tra le più colpite dai realizzi degli
investitori, scontano una raffica di downgrade di Citigroup, a
partire da SOCIETE GENERALE (SOGN.PA: Quotazione), in calo di oltre il 3% e
il cui target price è stato tagliato a 50 da 52 euro. CREDIT
AGRICOLE (CAGR.PA: Quotazione) e BNP PARIBAS (BNPP.PA: Quotazione) cedono oltre il 2%,
con il target price ridotto rispettivamente a 3,1 da 3,5 euro e
60 da 65 euro.
 * Tra le minerarie le perdite maggiori si registrano per
FRESNILLO (FRES.L: Quotazione), EURASIAN <ENRC.LA. KAZAKHMYS (KAZ.L: Quotazione) e BHP
BILLITON (BLT.L: Quotazione), in calo tra l'1,5% e il 2,5%.
 * LUFTHANSA (LHAG.DE: Quotazione), la prima compagnia aerea tedesca,
avanza del 2% al suo massimo a sei settimane dopo che Jp Morgan
ha alzato il giudizio sulla società a "overweight" da "neutral",
motivandolo con le attese di un veloce recupero di rendimenti.
 * Il primo operatore alberghiero britannico WHITBREAD
(WTB.L: Quotazione) balza del 3,4%, staccando di misura gli altri titoli del
FTSEurofirst. La società ha annunciato che nel primo semestre i
ricavi sono saliti del 7,6% su anno.
 * Il gruppo petrolifero inglese BG GROUP BG.L cede il 2,3%
dopo il taglio di Goldman Sachs del rating a "neutral" da "buy"
nell'ambito di una revisione dell'intero settore europeo.
Promosse invece STATOIL (STL.OL: Quotazione) e ROYAL DUTCH SHELL (RDSa.L: Quotazione), i
cui titoli sono però poco mossi. BRITISH PETROLEUM (BP.P: Quotazione), il
cui target è passato a 540 pence da 580, cede il 2%.
 * La finanziaria olandese AEGON AEDG.AS cede quasi il 2%
dopo aver annunciato che potrebbe vendere la sua divisione Usa
di riassicurazioni vita Transamerica.