BORSE EUROPA - Indici azzerano rialzi dopo vendite dettaglio Usa

venerdì 11 giugno 2010 15:03
 

                             indici              chiusura 
                          alle 14,50    var.         2009 
---------------------------------------------------------------
EuroStoxx50 .STOXX50E       2.620,72    +0,46%    2.966,24 
FTSEurofirst300 .FTEU3      1.013,70    -0,04%    1.045,76 
Stoxx banche             195,34    +1,48%      221,27 
Stoxx oil&gas            291,80    +1,29%      330,54 
Stoxx tech               199,84    -0,58%      184,35
----------------------------------------------------------------
 LONDRA, 11 giugno (Reuters) - Le borse europee cancellano i
guadagni della mattinata dopo il dato Usa sulle vendite al
dettaglio di maggio, risultato più debole delle attese, che ha
riportato l'attenzione sui timori per la crescita economica.
 Il dipartimento del Commercio Usa ha reso noto che le
vendite al dettaglio sono scese dell'1,2%, la flessione maggiore
da settembre, dopo il +0,6% segnato ad aprile.
 Intorno alle 14,50 l'indice europeo FTSEurofirst 300
.FTEU3 è sostanzialmente piatto. Sui singoli mercati il Ftse
100 britannico .FTSE avanza dello 0,1%, il Dax tedesco
.GDAXI cede lo 0,65% e il Cac 40 francese .FCHI guadagna lo
0,25%.
 Dopo i dati è peggiorato anche l'andamento dei futures sugli
indici Usa che adesso puntano a un avvio in ribasso per Wall
Street.
 A livello settoriale in Europa restano in denaro i bancari,
uno dei settori recentemente più tartassati dalle vendite.
 Bene anche i petroliferi oggi guidati dal rimbalzo di BP.
 
 Tra i titoli in evidenza:
 * BRITISH PETROLEUM (BP.L: Quotazione) balza del 7,5% circa, dopo i
minimi di 13 anni toccati ieri, grazie ai commenti a sostegno
del gruppo da parte del governo britannico e sulle speranze che
il dividendo possa essere rinviato invece che tagliato.
 * NOVARTIS NOVN.VX guadagna oltre il 3% dopo l'ok al
farmaco Gilenia contro la sclerosi multipla da parte di una
commissione di esperti della Food & Drug Administration Usa, che
spiana la strada all'approvazione e al lancio del primo farmaco
orale per la malattia già nel terzo trimestre dell'anno.
 * Sempre tra i farmaceutici, i colossi GLAXOSMITHKLINE
(GSK.L: Quotazione) e ASTRAZENECA (AZN.L: Quotazione) salgono rispettivamente di 1,7% e
0,5% sulla scia della promozione di Barclays Capital che ha
alzato il giudizio su entrambe a "overweight" da "equal-weight".
 * Il gruppo editoriale anglo-olandese REED ELSEVIER (REL.L: Quotazione)
mette a segno un progresso del 2,5% circa dopo che Morgan
Stanley ha migliorato la sua raccomandazione a "overweight" da
"equal-weight" e ha alzato il target price del 20% a 600 pence
da 555.