BORSE EUROPA - Indici positivi grazie a Wall Street, dati Cina

mercoledì 9 giugno 2010 16:26
 

                             indici              chiusura 
                          alle 16,15    var.         2009 
---------------------------------------------------------------
EuroStoxx50 .STOXX50E       2.563,64    +1,03%    2.966,24 
FTSEurofirst300 .FTEU3        991,63    +1,15%    1.045,76 
Stoxx banche             186,44    +1,70%      221,27 
Stoxx oil&gas            286,96    -0,78%      330,54 
Stoxx tech               195,80    +0,55%      184,35
----------------------------------------------------------------
 LONDRA, 9 giugno (Reuters) - I principali indici europei
proseguono il loro corso in territorio positivo, sostenuti dalla
apertura in rialzo della piazza americana, per l'ottimismo
generato dai dati sull'export cinese diffusi da Reuters in
anticipo rispetto alla pubblicazione ufficiale fissata a domani.
 I titoli legati alle materie prime  guadagnano oltre
il 2,7%, mentre il paniere di quelle energetiche  in calo
dello 0,% è l'unico in territorio negativo, affossato da British
Petroleum (BP.L: Quotazione).
 Intorno alle 16,15 l'indice europeo FTSEurofirst 300
.FTEU3 avanza dell'1,03%. Sui singoli mercati il Ftse 100
britannico .FTSE avanza dello 0,35%, il Dax tedesco .GDAXI
dell'1,36% e il Cac 40 francese .FCHI dello 0,93%.
 
 Tra i titoli in evidenza:
 * Il titolo di BRITISH PETROLEUM (BP.L: Quotazione) prosegue nella sua
caduta zavorrando la piazza britannica, lasciando oltre 6%. Il 
titolo tocca i suoi minimi da ottobre 2008 per il persistere dei
timori di un mancato pagamento del dividendo su pressioni della
politica Usa affinché la compagnia petrolifera rimborsi i danni
ambientali conseguenti alla fuoriuscita di greggio nel Golfo del
Messico.
 * La produttrice finlandese di cellulari NOKIA NOK1V.HE
arretra del 3,8%. I trader citano voci di profit warning, mentre
un portavoce della società ha ribadito la posizione di Nokia di
non commentare speculazioni di mercato.
 * In Spagna INDITEX (ITX.MC: Quotazione) sale del 5,7%. Il proprietario
della catena di abbigliamento Zara nei primi tre mesi ha
registrato una crescita dell'utile netto del 63% grazie a forti
vendite ed effetti valutari positivi. 
 * L'aeronautica EADS EAD.PA avanza fino al 5,2% in testa
al listino francese dopo essersi assicurata ieri una commessa di
32 Airbus A380 da parte del vettore Emirates.
 * GDF SUEZ GSZ.PA fa da freno alla sessione del Cac 40
cedendo l'1,5% circa. Il gruppo energetico pagherà 300 milioni
di euro per acquisire il controllo al 100% di Gaselys, joint
venture con Société Générale di cui possiede il 49%.
 * Il colosso minerario FRESNILLO (FRES.L: Quotazione) avanza del 4,6%.
Il Daily Mail riferisce di trattative con il magnate Carlos
Slim, interessato a presentare un'offerta sul gruppo a 12
sterline per azione, valutandolo così 8 miliardi di sterline.
 * MISYS MSY.L balza dell'11,8%. La società di software
inglese ha annunciato ridurrà di circa il 10% la sua quota del
55% nell'americana specializzata in tecnologie mediche
Allscripts (MDRX.O: Quotazione) per ridare circa 1 miliardo di dollari ai
suoi investitori.