BORSE EUROPA - Indici riducono calo, pesa incertezza Wall Street

lunedì 7 giugno 2010 16:43
 

                             indici              chiusura 
                          alle 16,35    var.         2009 
---------------------------------------------------------------
EuroStoxx50 .STOXX50E       2.535,01    -0,73%    2.966,24 
FTSEurofirst300 .FTEU3        993,86    -0,47%    1.045,76 
Stoxx banche             187,09    -0,12%      221,27 
Stoxx oil&gas            296,38    -0,52%      330,54 
Stoxx tech               197,09    -0,86%      184,35
----------------------------------------------------------------
 LONDRA, 7 giugno (Reuters) - Si portano poco al di sotto
della linea di galleggiamento gli indici delle borse europee,
sulla falsariga della parabola di Wall Street partita in
positivo, virata in rosso e al momento intorno alla parità tra
scambi all'insegna dell'incertezza.
 A sostegno dell'azionario anche la lettura ampiamente
migliore delle attese dei numeri macro sugli ordinativi
all'industria tedeschi.
 Rispetto alla correzione di circa due punti percentuali
dell'apertura riducono così le perdite la maggioranza dei
settori a eccezione di quello delle materie prime non
petrolifere. 
 Particolarmente pesanti le britanniche Anglo American
(AAL.L: Quotazione). Eurasian Natural Resources ENRC.L, Kazakhmys (KAZ.L: Quotazione),
Bhp Billiton (BLT.L: Quotazione), Xstrata XTA.L e Rio Tinto (RIO.L: Quotazione), in
calo tra l'1,5% e il 3%.
 Recuperano anche i comparti tecnologico e telecomunicazioni.
 Intorno alle 16,30 l'indice europeo FTSEurofirst 300
.FTEU3 perde 0,48%, mentre tra i singoli listini arretra di
0,95% il Ftse 100 britannico .FTSE, di 0,46% il Dax tedesco
.GDAXI e di 0,95% il Cac 40 francese .FCHI.
 Chiusa per 'bank holiday' la piazza irlandese.
 
 Tra i titoli in evidenza:
 * A picco il gruppo telefonico greco Ote (OTEr.AT: Quotazione), in calo
di circa 10% dopo l'annuncio del netto calo del dividendo 2009
 * Annulla intanto il recupero Bp (BP.L: Quotazione), riportandosi sui
livelli della chiusura precedente dopo il balzo di 3% della
mattinata. La compagnia ha annunciato che il dispositivo per
bloccare la fuoriuscita di petrolio nel Golfo del Messico ha
permesso l'assorbimento di 16.600 barili tra il 3-5 giugno.
 * In rialzo di circa 5% la portoghese Sonaecom (SNC.LS: Quotazione),
forte delle prospettive di un consolidamento nel settore delle
comunicazioni in contrasto all'egemonia di Portugal Telecom
PTC.LS, in calo di 0,5%
 * Misti i bancari, il cui indice di settore  mostra
un modesto +0,3%. Deboli Commerzbank (CBKG.DE: Quotazione), Societe Generale
(SOGN.PA: Quotazione) e Deutsche Bank (DBKGn.DE: Quotazione), mentre decisamente meglio
fanno Ubs UBSN.VX e Hsbc (HSBA.L: Quotazione). Meno 3% Dexia (DEXI.BR: Quotazione)
 * La farmaceutica spagnola Grifols (GRLS.MC: Quotazione) cede circa 7%
dopo l'annuncio dell'acquisto di Talecris Biotherapeutics
TLCR.O per 3,4 milardi di euro
 * Amplia la risalita a 2,5% Adidas ADSG.DE, forte della
promozione Deutsche Bank da "hold" a "buy"
 * Molto bene la biotech Gb Antisoma ASM.L, in volata fino
a oltre 20% dopo la pubblicazione dei dati
 * Tra i titoli minori positiva anche la tedesca Gildemeister
(GILG.DE: Quotazione) grazie a vosi di mercato di un interesse da parte
della giapponese Mori Seiki.