BORSE EUROPA - Indici in rosso, pesano dati Usa e Ungheria

lunedì 7 giugno 2010 10:12
 

                             indici              chiusura 
                          alle 10,10    var.         2009 
---------------------------------------------------------------
EuroStoxx50 .STOXX50E       2.507,87    -1,79%    2.966,24 
FTSEurofirst300 .FTEU3        982,58    -1,60%    1.045,76 
Stoxx banche             183,81    -1,87%      221,27 
Stoxx oil&gas            294,27    -1,23%      330,54 
Stoxx tech               194,55    -2,14%      184,35
----------------------------------------------------------------
 LONDRA, 7 giugno (Reuters) - Le piazze europee continuano a
viaggiare in territorio negativo per la seconda sessione di fila
per effetto del deludente dato dell'occupazione Usa e dei timori
sulla crisi debitoria della zona euro rialimentati dal caso
Ungheria.
 "La volatilità della settimana scorsa continua. L'Ungheria e
la situazione del suo debito stanno battendo sui nervi già tesi
dei mercati dopo il dato sull'occupazione Usa di venerdì", ha
detto Justin Urquahrt Stewart, direttore di Seven Investment
Management.
 Le perdite più rilevanti si registrano tra le minerarie
 e le tecnologiche  in calo rispettivamente del
2,09% e dell'1,9%.
 Intorno alle 10,10 l'indice europeo FTSEurofirst 300
.FTEU3 perde l'1,79%. Sui singoli mercati il Ftse 100
britannico .FTSE cala dell'1,67%, il Dax tedesco .GDAXI
dell'1,39% e il Cac 40 francese .FCHI dell'1,93%.
 La piazza irlandese è chiusa per festività.
 
 Tra i titoli in evidenza:
 * La banca ungherese OTP BANK OTPB.BU cede il 5,5% dopo
essere stata sospesa al ribasso per aver perso il 10% nei primi
scambi. Tra i titoli quotati a Budepast particolarmente negativa
la performance della petrolifera MOL MOLB.BU giù del 3,7% e
MAGYAR TELEKOM MTEL.BU del 4%.
 * Le minerarie affondano sulla scia dei prezzi dei metalli,
con il rame CMCU3 ai minimi da 8 mesi a 6.076,25 dollari la
tonnelata. XSTRATA XTA.L, ACELORMITTAL (ISPA.AS: Quotazione) e RIO TINTO
(RIO.L: Quotazione) perdono tra il 2,2% e il 3%.
 * Tra i finanziari, LLOYDS (LLOY.L: Quotazione), ROYAL BANK OF SCOTLAND
(RBS.L: Quotazione), BANCO SANTANDER (SAN.MC: Quotazione) e BARCLAYS (BARC.L: Quotazione) cedono tra
il 2,3% e il 3,5%.
 * BRITISH PETROLEUM (BP.L: Quotazione) avanza dell'1,2% dopo aver
annunciato che il dispositivo per cercare di bloccare la
fuoriuscita di petrolio nel Golfo del Messico ha permesso la
cattura di 16.600 barili di petrolio tra il 3 e il 5 giugno,
mentre la Guardia costiera ha detto che può arrivare a
raccogliere fino a 15.000 barili al giorno a fronte di una
fuoriuscita giornaliera di 12.000-19.000. 
 * La farmaceutica spagnola GRIFOLS (GRLS.MC: Quotazione) cede oltre il
5%, dopo aver annunciato l'acquisto dell'americana Talecris
Biotherapeutics TLCR.O, che produce terapie basate su proteine
al plasma, per 3,4 milardi di euro. Grifols ha detto di
aspettarsi sinergie per 230 milioni di dollari l'anno.
 * ADIDAS ADSG.DE sale dell'1,2% con la performance
migliore del DAX tedesco. La produttrice di abbigliamento
sportivo è stata promossa da Deutsche Bank a "buy" da "hold",
dal momento che la combinazione di una forte performance
operativa e l'andamento dell'euro potrebbero risultare in utili
più elevati.