2 giugno 2010 / 07:52 / 7 anni fa

BORSE EUROPA - Indici in rosso, pesano Asia e Usa, dubbi ripresa

                             indici              chiusura 
                           alle 9,45    var.         2009  --------------------------------------------------------------- EuroStoxx50 .STOXX50E       2.578,25    -1,09%    2.966,24  FTSEurofirst300 .FTEU3        995,97    -0,68%    1.045,76  Stoxx banche .SX7P            192,27    -0,95%      221,27  Stoxx oil&gas .SXEP           291,70    -1,53%      330,54  Stoxx tech .SX8P              196,28    -0,54%      184,35 ----------------------------------------------------------------
 LONDRA, 2 giugno (Reuters) - Le borse europee viaggiano in territorio negativo sulla scia delle perdite delle piazze di Usa e Asia, con gli investitori che continuano a evitare rischi, scossi dai dubbi sulla velocità della ripresa economica globale.
 Il Dow Jones .DJI ieri ha chiuso in calo dell'1,11%, mentre sulla piazza giapponese il Nikkei ha segnato una flessione dell'1,12%.
 Perdono terreno le petrolifere .SXEP, giù dell'1,53%, sulle quali continua a pesare British Petroleum (BP.L), assieme alle mienrarie .SXPP in calo dell'1,6%.
 Intorno alle 9,45 l'indice europeo FTSEurofirst 300 .FTEU3 perde lo 0,68%. Sui singoli mercati il Ftse 100 britannico .FTSE cala dell'1,35%, il Dax tedesco .GDAXI dello 0,98% e il Cac 40 francese .FCHI dell'1,18%.
  
 Tra i titoli in evidenza:
 * TELEFONICA (TEF.MC) cede l'1,2%, mentre PORTUGAL TELECOM PTC.LS balza di oltre il 5%, dopo che la società spagnola di telecomunicazioni ha alzato la posta per l'acquisizione della quota dell'operatore brasiliano Vivo VIVO4.SA a 6,5 miliardi di euro da 5,7 miliardi.
 * PRUDENTIAL (PRU.L) cede il 3,3%, Il colosso delle assicurazioni inglese ha detto di essere in trattative per ritirare l'offerta per la divisione asiatica di Aig (AIG.N) e, se questo sarà il caso, non procederà nell'aumento di capitale previsto per finanziare l'operazione.
 * BRITISH PETROLEUM (BP.L) cede il 3,3%. Ieri il governo americano ha annunciato di voler aprire un'inchiesta sul disastro della fuoriuscita di petrolio nel golfo del messico.
 * BMW (BMWG.DE) avanza dello 0,6% in controtendenza col paniere tedesco Dax. PEUGEOT CITROEN (PEUP.PA), giù del 2% circa, ha detto che la cooperazione tra le due case automobilistiche è assolutamente efficace e che non è necessario uno scambio di pacchetti azionari.
 * Le minerarie KAZAKHMYS (KAZ.L), ANGLO AMERICAN AA.L, RANDGOLD RESOURCES (RRS.L) e BHP BILLITON (BLT.L) arretrano tutte oltre il 2%. L'avversione al rischio si sta riflettendo sull'andamento dei prezzi dei metalli, in calo a partire da rame MCU3 e alluminio MAL3, oltre a zinco, piombo e nickel.
        

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below