BORSE EUROPA - Indici in rosso, pesano dubbi ripresa economia,BP

martedì 1 giugno 2010 10:01
 

                             indici              chiusura 
                           alle 9,50    var.         2009 
---------------------------------------------------------------
EuroStoxx50 .STOXX50E       2.553,89    -2,16%    2.966,24 
FTSEurofirst300 .FTEU3        983,86    -1,72%    1.045,76 
Stoxx banche             190,74    -1,99%      221,27 
Stoxx oil&gas            289,84    -4,18%      330,54 
Stoxx tech               194,55    -1,23%      184,35
----------------------------------------------------------------
 LONDRA, 1 giugno (Reuters) - Le piazze europee tornano a
perdere terreno per effetto di nuovi dubbi sulla effettiva
ripresa economica globale dopo i dati del Pmi cinese e il nuovo
crollo di British Petroleum (BP.L: Quotazione).
 "Abbiamo avuto una corsa fantastica da marzo dell'anno
scorso, a un certo punto ci sarebbe stato un arretramento. Ci
sono pochi motivi in questo momento per volere ulteriori
rischi", ha detto Justin Urquhart Stewart, direttore di Seven
Investment Management.
 Il paniere del settore energetico  cede oltre il 4%.
 Intorno alle 9,50 l'indice europeo FTSEurofirst 300 .FTEU3
perde l'1,72%. Sui singoli mercati il Ftse 100 britannico
.FTSE cala dell'1,92%, il Dax tedesco .GDAXI dell'1,70% e il
Cac 40 francese .FCHI del 2,16%.
 
 Tra i titoli in evidenza:
 * RYANAIR (RYA.I: Quotazione) balza del 2,19% dopo aver diffuso i
risultati dell'anno fiscale che termina a marzo e aver
annunciato di versare un dividendo, il primo dalla sua
quotazione in borsa nel 1997, ma specificando che non ci saranno
nuovi dividendi per un certo numero di anni. Gli utili netti
sono saliti a 319 milioni di euro.
 * PRUDENTIAL (PRU.L: Quotazione) sale del 3,5%. L'assicuratrice
britannica ha annunciato di voler abbassare i termini
dell'offerta per l'acquisto della divisione asiatica di Aig
(AIG.N: Quotazione) a 30,38 miliardi di dollari dai 35,5 miliardi
dell'accordo, termini che però Aig rifiuta di modificare.
 * Il titolo di British Petroleum (BP.L: Quotazione) a picco del 14%.
Dall'affondamento della piattaforma nel Golfo del Messico il 22
aprile scorso la società non è ancora stata in grado di bloccare
la fuoriuscita di petrolio. I costi totali della fuoriuscita
sono stimati al momento a 990 milioni di dollari.
 * La società olandese specializzata in biotecnologie Fornix
BioSciences FORBI.AS sale del 8,8% dopo aver annunciato che
otterrà 2,30 euro per azione nella vendita della sua unità
allergie, che userà per pagare un dividendo speciale.
 * Sull'offerta del gigante anglo-olandese UNILEVER (ULVR.L: Quotazione)
per il brande della cura del corpo di SARA LEE SLE.N è stata
aperta un'inchiesta da parte della Commissione europea per
potenziali problemi di concorrenza su determinati prodotti. Il
titolo cede l'1,2%.
 * Il gruppo di metalli Johnson Matthey (JMAT.L: Quotazione) avanza
dell'1% dopo che Citigroup ha alzato il rating a "buy" da
"hold", con target price invariato a 1,750 pence a due giorni
dalla risultati sull'esercizio dell'intero anno.