BORSE EUROPA - Indici brevemente negativi dopo dati Usa

venerdì 28 maggio 2010 16:09
 

                             indici              chiusura 
                          alle 16,00   var.         2009 
---------------------------------------------------------------
EuroStoxx50 .STOXX50E       2.621,31    +0,07%    2.966,24 
FTSEurofirst300 .FTEU3      1.001,44    +0,10%    1.045,76 
Stoxx banche             195,31    -0,22%      221,27 
Stoxx oil&gas            305,42    -1,11%      330,54 
Stoxx tech               194,97    -0,05%      184,35
----------------------------------------------------------------
 LONDRA, 28 maggio (Reuters) - Le borse europee girano
brevemente in negativo sulla scia delle perdite di Wall Street,
a sua volta penalizzato dai dati sulla spesa per consumi in
aprile, inaspettatamente invariata, e dal calo oltre le attese
del Pmi Chicago dei direttori d'acquisto.
 Intorno alle 16 l'indice Ftseurofirst 300 .FTEU3 sale
dello 0,16%. Sui singoli mercati il Ftse 100 britannico .FTSE
guadagna lo 0,3%, il Dax tedesco .GDAXI lo 0,28% e il Cac 40
francese .FCHI lo 0,01%.
 
 Tra i titoli in evidenza: 
 * BP (BP.L: Quotazione) è sotto pressione a Londra a causa dei crescenti
dubbi circa la capacità del gruppo petrolifero di rimediare alla
falla del pozzo nel Golfo del Messico.
 * Whitbread (WTB.L: Quotazione) tra i migliori dell'indice britannico
FTSE grazie a Nomura che ha rivisto al rialzo stime di utili e
target price dell'operatore alberghiero. Ribadito il giudizio
"buy".
 * OPAP (OPAr.AT: Quotazione) balza del 4% e sovraperforma l'indice di
riferimento della borsa .ATG. La società di scommesse ha
annunciato risultati nel primo trimestre migliori delle attese.
 * Denaro su MARKS & SPENCER (MKS.L: Quotazione) sulla promozione a "buy"
da parte di Ubs sulla scia dei recenti risultati annuali.
 * La società di giochi online 888 (888.L: Quotazione) perde oltre il 17%
dopo l'annuncio che per l'intero anno gli utili potranno essere
inferiori alle attese. Alla base del profit warning la società
cita il calo dei ricavi dal gioco del poker e l'atteso impatto
negativo derivante dal campionato del Mondo di calcio che terrà
gli scommettitori lontani dagli schermi dei computer.