BORSE EUROPA - Indici confermano minimi con WS nonostante euro

mercoledì 19 maggio 2010 16:48
 

                             indici              chiusura 
                          alle 16,45    var.         2009 
---------------------------------------------------------------
EuroStoxx50 .STOXX50E       2.628,42    -2,59%    2.966,24 
FTSEurofirst300 .FTEU3        887,49    -2,84%    1.045,76 
Stoxx banche             196,35    -3,37%      221,27 
Stoxx oil&gas            307,39    -2,79%      330,54 
Stoxx tech               194,92    -2,80%      184,35
----------------------------------------------------------------
 LONDRA, 19 maggio (Reuters) - Viaggiano sui minimi di seduta
gli indici delle borse europee, senza riuscire ad approfittare
del rimbalzo del cambio, mentre tornano in rosso dopo una breve
ripresa quelli di Wall Street.
 Particolarmente deboli restano a livello settoriale i
capitoli bancari, minerari ed energetici, mentre contiene le
perdite la voce farmaceutici insieme a quella alimentari e
bevande.
 A monte di un'impostazione del mercato che resta ampiamente
ribassista e ha spinto l'indice delle blue chip europee fin
sotto i 1.000 punti la mossa unilaterale tedesca con cui Berlino
ha posto il veto sulle vendite allo scoperto su alcune categorie
di titoli finanziari e derivati su governativi.
 La decisione di Berlino non è stata oggetto di dibattito a
livello Ue, lo sarà in occasione dell'Eurogruppo di venerdì e
tende a mettere ulteriormente in luce la mancanza di unità
politica in Europa.
 Prime vittime delle vendite i titoli finanziari, il cui
sottoindice  lascia sul terreno circa 3,5%, ma molto male
fanno anche il settore delle materie prime non petrolifere
, che accusa un pesante -5,6% a causa della correzione
delle commodities.
 Intorno alle 16,45 l'indice europeo FTSEurofirst 300
.FTEU3 perde 2,72% a 998,72 punti, dopo un intervallo tra
996,90 e 1.028,38 punti. Tra i singoli listini fanno -2,35% il
Ftse 100 britannico .FTSE, -2,38% il Dax tedesco .GDAXI e
-2,76% il Cac 40 francese .FCHI.
 
 Tra i titoli in evidenza:
 * Pesante rosso per le banche: DEUTSCHE BANK (DBKGn.DE: Quotazione),
BANCO POPULAR (POP.MC: Quotazione), BBVA (BBVA.MC: Quotazione), BARCLAYS (BARC.L: Quotazione),
SOCIETE GENERALE (SOGN.PA: Quotazione), LLOYDS (LLOY.L: Quotazione) UBS UBSN.VX
arretrano tra 3,6% e il 4,7%
 * Contiene leggermente i danni COMMERZBANK (CBKG.DE: Quotazione), a -1%
dopo la brillante partenza sulla scia delle anticipazioni sui
conti del secondo trimestre
 * Le minerarie XSTRATA XTA.L e RIO TINTO (RIO.L: Quotazione) perdono
rispettivamente circa 7% e 6%
 * A dispetto della correzione del greggio guadagna circa 5%
la britannica FORTUNE OIL FOOI.L dopo gli incoraggianti
risultati del trimestre
 * Sempre sulla borsa londinese accusa un -7% HOME RETAIL
HOME.L dopo la bocciatura di Ubs