BORSE EUROPA - Indici in rialzo grazie a Wall Street, Eurogruppo

martedì 18 maggio 2010 10:05
 

                             indici              chiusura 
                           alle 9,55    var.         2009 
---------------------------------------------------------------
EuroStoxx50 .STOXX50E       2.675.38    +1,52%    2.966,24 
FTSEurofirst300 .FTEU3      1.023,82    +1,06%    1.045,76 
Stoxx banche             201,86    +1,70%      221,27 
Stoxx oil&gas            314,63    +0,80%      330,54 
Stoxx tech               200,38    +0,46%      184,35
----------------------------------------------------------------
 LONDRA, 18 maggio (Reuters) - Le piazze europee viaggiano in
territorio positivo, dopo il recupero della sessione di Wall
Street con il Dow Jones .DJI che in finale ha azzerato le
perdite e chiuso con un +0,05%, e grazie all'ottimismo
sull'attività dei ministri della zona euro nel fare progressi
nella definizione dei dettagli del pacchetto di aiuti.
 "La Bce ha chiarito il suo intervento. Il mercato è meno
proeccupato che la Bce sia impegnata nello stampare moneta", ha
detto Bernard McAlinden, investment strategist per Nbc
Stockbrokers a Dublino.
 A trascinare i listini sono le banche  e i minerari
, in rialzo rispettivamente dell'1,6% e dell'1,8%
 Intorno alle 9,55 l'indice europeo FTSEurofirst 300 .FTEU3
guadagna l'1,06%. Sui singoli mercati il Ftse 100 britannico
.FTSE sale dello 0,80%, il Dax tedesco .GDAXI dell'1,29% e
il Cac 40 francese .FCHI dell'1,25%.
 
 Tra i titoli in evidenza:
 * Tra le banche SOCIETE GENERALE (SOGN.PA: Quotazione), BANCO SANTANDER
(SAN.MC: Quotazione), DEXIA (DEXI.BR: Quotazione) e CREDIT AGRICOLE (CAGR.PA: Quotazione) salgono
tra il 3% e il 3,8%.
 * VODAFONE (VOD.L: Quotazione) dopo essere salita del 2% nelle prime
battute cede lo 0,18%. La società di telefonia inglese ha chiuso
l'anno fiscale 2009/2010 in linea con le attese e ha migliorato
la politica dei divindendi. I ricavi sono stati pari a 44,5
miliardi di sterline e l'Ebitda 14,7 miliardi, a fronte di
svalutazioni per 2,3 miliardi legati alla divisione indiana.
 * La riassicuratrice olandese SNS REAAL SR.AS sale di
quasi il 3%. Nel primo trimestre l'utile netto è salito a 42
milioni di euro dai 17 milioni dell'intero 2009.
 * XSTRATA XTA.L e ANGLO AMERICAN AA.L salgono
rispettivamente di circa il 2%. Le attività presso la miniera
cilena di rame, controllata congiuntamente dalle due società e
che produce il 3,3% del rame da miniera al mondo, sono quasi
tornate alla normalità dopo essere state bloccate da uno
sciopero di dieci giorni dei subappaltatori.
 * BRITISH AIRWAYS BA.L avanza del 3% dopo che la compagnia
aere è riuscita a bloccare per vie legali lo sciopero di cinque
giorni che il personali di bordo aveva minacciato e che sarebbe
dovuto iniziare oggi.
 * PARAGON (PARA.L: Quotazione), britannica specializzata in mutui, balza
del 5,3% dopo aver detto che gli utili nel primo semestre
saliranno del 57% e aver preannunciato l'intenzione di
riprendere la sua attività di prestiti sospesa nel 2008.
 * Le pagine gialle britanniche YELL YELL.L crollano del
15% dopo l'annuncio che AD e direttore finanziario si
dimetteranno l'anno prossimo. Non sono stati nominati
successori.
 * La produttrice di turbine eoliche tedesca NORDEX (NDXG.DE: Quotazione)
guadagna il 6,4% dopo una promoszione Hsbc a "overweight" da
"neutral".
 * Il colosso del private equity 3I GROUP (III.L: Quotazione) avanza del
2,7% dopo l'upgrade di JP Morgan Cazenove a "overweight".