BORSE EUROPA - Indici poco sotto massimi dopo avvio Ws, dati Usa

lunedì 17 maggio 2010 16:40
 

                             indici              chiusura 
                          alle 16,30    var.         2009 
---------------------------------------------------------------
EuroStoxx50 .STOXX50E       2.659,93    +0,99%    2.966,24 
FTSEurofirst300 .FTEU3      1.020,80    +0,65%    1.045,76 
Stoxx banche             199,94    +0,71%      221,27 
Stoxx oil&gas            314,11    +0,61%      330,54 
Stoxx tech               200,90    +1,34%      184,35 
---------------------------------------------------------------
 MILANO, 17 maggio (Reuters) - Conservano un modesto segno
positivo allontanandosi però dai massimi di seduta gli indici
delle borse europee, depressi dall'andamento piatto della borsa
Usa e dagli ultimi dati macro sull'attività manifatturiera
nell'area di New York.
 Prosegue intanto a livello settoriale l'intonazione positiva
dei capitoli banche ed energia; bene anche le tlc e difensivi
come i chimici, mentre indietro resta sopattutto il paniere
trasporti.
 Se per il comparto dei finanziari il movimento è da leggersi
soprattutto come moderato recupero rispetto ai recenti pesanti
realizzi, la buona performance del settore energia va ascritta
al +3% di British Petroleum (BP.L: Quotazione), che ha annunciato progressi
nel contenimento delle perdite di greggio nel Golfo del Messico
dopo l'esplosione del mese scorso.
 Molto bene anche i tecnologici: +3,5% per Ericsson
(ERICb.ST: Quotazione), +2,4% per Infineon (IFXGn.DE: Quotazione) e +2,2 per Nokia
NOK1V.HE.
 Intorno alle 16,30 l'indice paneuropeo FTSEurofirst 300
.FTEU3 mostra un recupero di 0,58% a 1.020,11 punti, dopo un
massimo di seduta a 1.025,78.
 Guardando alle singole borse, l'Ftse 100 britannico .FTSE
migliora di 0,7%, il Dax tedesco .GDAXI di 1,1% e il Cac 40
francese .FCHI di 0,3%.
 
 Tra i titoli in evidenza:
 * Mini rimbalzo per banche  e assicurazioni :
tra gli istituti di credito da segnalare il + 5% di Standard
Chartered >STAN.L>, il +2,3% di Societe Generale (SOGN.PA: Quotazione) e
Natixis (CNAT.PA: Quotazione) o il +1,9% di Deutsche Bank (DBKGn.DE: Quotazione). Tra le
compagnie assicurative fanno +1,5% Ing ING.AS e +1,4% Allianz
(ALVG.DE: Quotazione)
 * Ancora debole invece PRUDENTIAL (PRU.L: Quotazione), in calo di 0,9%
dopo aver prezzato un aumento di capitale da 21 miliardi di
dollari, necessario a completare l'acquisizione degli asset
asiatici di Aig (AIG.N: Quotazione).
 * Poco variati gli automobilistici  dopo i numeri
sulle immatricolazioni di aprile: cede 0,5 Renault (RENA.PA: Quotazione) ma
risale di 1,1% Peugeot (PEUP.PA: Quotazione)
 * Vero e proprio tracollo per Man Group (EMG.L: Quotazione), in calo di
oltre 8%. Il fondo hedge ha annunciato di aver raggiunto un
accordo per l'acquisizione di Glg Partners GLG.N per 1,6
miliardi di dollari
 * Sotto pressione il comparto legato viaggi e tempo libero
, che soffre del nuovo stop ai voli imposto dalla nube di
cenere generata dal vulcato islandese. In deciso calo AIR
FRANCE-KLM (AIRF.PA: Quotazione).
 * A picco easyJet (EZJ.L: Quotazione), che arriva a perdere il 6%. Primo
socio istituzionale della compagnia, Standard Life (SL.L: Quotazione)
(-1,1%) ha annunciato che appoggerà il management dopo l'uscita
di scena di Stelios Haji-Ioannou venerdì scorso
 * Bene la britanica Big Yellow (BYG.L: Quotazione), in rialzo di oltre
3% dopo il miglioramento dell'utile e il ritorno al dividendo.