BORSE EUROPA-Negative per terza seduta su minimi chiusura 2 mesi

giovedì 6 maggio 2010 17:58
 

 LONDRA, 6 maggio (Reuters) - Le borse europee terminano in
netto calo per la terza seduta consecutiva, andando a toccare
minimi di chiusura di oltre due mesi, con i mercati scossi dai
timori di contagio della crisi di debito della Grecia.
 A mettere sotto pressione l'azionario del vecchio continente
hanno contribuito le parole del presidente della Bce
Jean-Claude-Trichet, che ha detto che la banca centrale non ha
discusso l'opzione di acquistare bond governativi della zona
euro durante il meeting odierno, in cui sono stati confermati
all'1% i tassi di interesse.
 L'indice pan-europeo FTSEurofirst 300 .FTEU3 archivia la
giornata con un ribasso dell'1,4% a 1.008,93 punti, il livello
di chiusura più basso dal 26 febbraio. In una seduta molto
volatile il paniere oggi è salito fino a un massimo di 1.031,52.
 Il settore bancario è il più colpito con un calo di oltre il
4%: Barclays (BARC.L: Quotazione) cede il 6,5%, Societe Generale (SOGN.PA: Quotazione)
circa il 7%, Banco Santander (SAN.MC: Quotazione) il 4,6% e BBVA (BBVA.MC: Quotazione)
il 4,8%.
 Sui singoli mercati il FTSE 100 britannico .FTSE perde
l'1,5, il DAX tedesco .GDAXI lo 0,84% e il CAC 40 francese
.FCHI il 2,2%.
 In Spagna l'indice IBEX 35 .IBEX arretra del 2,93%, in
Portogallo il paniere PSI20 .PSI20 del 2,37% e il FTSE Mib
italiano .FTMIB lascia sul campo il 4,27%.