BORSE EUROPA-Indici ai minimi da due mesi,giù costruzioni,banche

mercoledì 5 maggio 2010 10:16
 

                             indici              chiusura 
                          alle 10,00    var.         2009 
---------------------------------------------------------------
EuroStoxx50 .STOXX50E       2.676,61    -1,16%    2.966,24 
FTSEurofirst300 .FTEU3      1.024,30    -0,86%    1.045,76 
Stoxx banche             201,80    -1,64%      221,27 
Stoxx oil&gas            322,31    -0,23%      330,54 
Stoxx tech               202,49    -1,09%      184,35
----------------------------------------------------------------
 LONDRA, 5 maggio (Reuters) - Le piazze europee viaggiano in
territorio negativo, estendendo le perdite delle scorse
sessioni, toccando il loro minimo degli ultimi due mesi.
 Gli investitori sono ulteriormente preoccupati dalla notizia
che l'indice Pmi servizi della Spagna seppure continui a
crescere, lo faccia a un ritmo minore con le imprese costrette a
tagliare posti di lavoro.
 "Ieri c'è stata una reazione eccessiva e il buon senso
prevarrà", ha detto Howard Wheeldon, strategist per BGC
Partners. "Viviamo tempi difficili e questo è quello che succede
quando i mercati si innervosiscono".
 Particolarmente negativo è l'andamento delle costruzioni
 e delle banche , con gli indici di settore che
perdono rispettivamente il 2,51% e l'1,64%.
 Intorno alle 10,00 l'indice europeo FTSEurofirst 300
.FTEU3 perde lo 0,86%. Sui singoli mercati il Ftse 100
britannico .FTSE cala dello 0,87%, il Dax tedesco .GDAXI
dello 0,83% e il Cac 40 francese .FCHI dell'1,25%.
 
 Tra i titoli in evidenza:
 * LAFARGE LAFP.PA perde il 4,6%, dopo aver annunciato un
calo del 10% nelle vendite nel primo trimestre. Il colosso del
cemento francese sconta la situazione economica alla quale si è
sommato un rigido inverno che ha rallentato le costruzioni in
Europa e America.
 * Tra le banche sono particolarmente colpite le spagnole.
BANCO SANTANDER (SAN.MC: Quotazione) e BBVA (BBVA.MC: Quotazione) perdono circa il 4%.
 * SOCIETE GENERALE (SOGN.PA: Quotazione) avanza di circa l'1%, unico
titolo dell'idice di settore assieme a HSBC (HSBA.L: Quotazione) in rialzo,
grazie ai risultati del primo trimestre con un utile netto di
1,1 miliardi di euro (contro 614 milioni attesi), dicendosi
fiduciosa sul target 2010 di 3 miliardi di euro per gli utili.
 * PRUDENTIAL (PRU.L: Quotazione) sale dello 0,1%, dopo un balzo del
2,5%. L'assicuratore britannico ha posticipato il suo aumento di
capitale per questioni aperte con i regolatori per il suo
acquisto da 35,5 miliardi di dollari del ramo vita di AIG
(AIG.N: Quotazione). La sua concorrente OLD MUTUAL (OML.L: Quotazione) avanza dello
0,18% dopo l'upgrade di Ubs a "buy" da "neutral" che ha alzato
anche il target price a 150 pence da 120.
 * La costruttrice di auto tedesca BMW (BMWG.DE: Quotazione) avanza di
appena lo 0,23%, nonostante il suo utile operativo oltre le
attese, legato soprattuto alla sua attività core nel segmento
auto.
 * La britannica NEXT (NXT.L: Quotazione) cede il 4,4%. Seconda catena
del paese nel settore moda, secondo gli analisti sconta la
chiusura di posizioni degli investitori dopo i recenti guadagni
per aver rivisto al rialzo gli utili per l'anno in corso.
 * INTERNATIONAL POWER IPR.L e CENTRICA (CNA.L: Quotazione) perdono
rispettivamente il 4,1% e l'1% dopo il downgrade a "hold" da
"buy" di Deutsche Bank di entrambe le utility.
 * HENKEL (HNKG_p.DE: Quotazione) perde circa il 5,5%. Il produttore di
beni di consumo tedesco ha alzato in modo deludente la sua
guidance per il 2010.