4 maggio 2010 / 14:46 / 7 anni fa

BORSE EUROPA - Indici netto calo su timori debito Europa

indici chiusura

alle 16,25 var. 2009 --------------------------------------------------------------- EuroStoxx50 .STOXX50E 2.739,75 -2,85% 2.966,24 FTSEurofirst300 .FTEU3 1.041,63 -2,25% 1.045,76 Stoxx banche .SX7P 207,74 -3,99% 221,27 Stoxx oil&gas .SXEP 324,59 -2,85% 330,54 Stoxx tech .SX8P 206,52 -1,22% 184,35 ---------------------------------------------------------------- LONDRA, 4 maggio (Reuters) - Le piazze europee sono in deciso ribasso, insieme all‘euro, in un mercato dove restano i timori di una crisi del debito nelle nazioni periferiche.

Le azioni delle banche greche .FTATBNK perdono il 10,3%. L‘indice della borsa spagnola IBEX 35 .IBEX cala del 4,5%.

Con il ribasso di oggi gli indici europei sono passati in negativo su base annuale.

Una fonte del governo tedesco ha detto che le necessità di capitale di Atene superano i 110 miliardi del pacchetto di aiuti deciso domenica dall‘Eurogruppo con l‘Fmi.

Successivamente Moody’s ha detto che il pacchetto di aiuti finanziari non segna la soluzione finale della crisi di bilancio greca e che il punto è se Atene riuscirà a risanare i conti e a mantenere la propria coesione sociale.

Tra i titoli in evidenza:

Le banche sono in netto calo. Banco Santander (SAN.MC) e BBVA (BBVA.MC) perdono il 6 e il 7% rispettivamente. “Gli investitori stanno vendendo azioni. C’è nervosismo sugli aiuti per la Grecia e per i possibili problemi delle economie periferiche”, dice Giles Watts, capo del trading a City Index.

UBS UBSN.VX perde il 3,2% dopo il rialzo della prima parte della seduta. Standard Chartered (STAN.L) limita il ribasso allo 0,4% dopo aver diffuso risultati record.

BP (BP.L) perde il 3,3% con gli investitori che temono i costi legati al disastro ecologico causato dalla piattaforma offshore. BP ha perso il 17% da quando ha annunciato, due settimane fa, un incendio alla piattaforma, poi affondata.

Minerari sotto pressione. BHP Billiton (BLT.L) e Rio Tinto (RIO.L) calano del 6 e del 4%, dopo che il governo australiano ha imposto una nuova tassa sull‘attività.

Tra i singoli titoli, la società di comunicazione satellitare Inmarsat (ISA.L) sale del 3% dopo che i trader hanno citato nuove voci di una possibile offerta da parte dell‘azionista Harbinger.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below