BORSE EUROPA - Indici in netto rialzo dopo due sedute negative

giovedì 29 aprile 2010 15:24
 

                             indici              chiusura 
                           alle 15,00   var.         2009 
---------------------------------------------------------------
EuroStoxx50 .STOXX50E       2.816,72    +1,01%    2.966,24 
FTSEurofirst300 .FTEU3      1.067,37    +0,99%    1.045,76 
Stoxx banche             216,69    +1,53%      221,27 
Stoxx oil&gas            340,46    +0,24%      330,54 
Stoxx tech               208,46    +0,46%      184,35
----------------------------------------------------------------
 LONDRA, 29 aprile (Reuters) - Le piazze europee si
rafforzano nel pomeriggio, dopo la peggiore due giorni di
ribassi in circa tre mesi, sostenute dalla Fed che ieri ha
delineato un quadro più ottimistico per l'economia e
l'occupazione Usa ma ancora suscettibili alla questione della
Grecia e del debito sovrano della zona euro.
 I risultati trimestrali positivi stanno anche aiutando a
sostenere il tono degli investitori
 A sostenere le piazze sono soprattutto i titoli legati alla
filiera alimentare e al settore finanziario  in
particolare di quelle greche con il sottoindice di Atene
 su del 5,7%.
 Intorno alle 15,00 l'indice europeo FTSEurofirst 300
.FTEU3 sale dello 0,99%. L'indice benchmark era sceso del 4,2%
nelle ultime due sedute a seguito della riduzione dei rating su
Grecia, Portogallo e Spagna che ha fatto scattare le vendite sui
mercati azionari mondiali. Sui singoli mercati il Ftse 100
britannico .FTSE avanza dello 0,69%, il Dax tedesco .GDAXI
dello 0,54% e il Cac 40 francese .FCHI dello 0,97%.
 Ieri la Fed ha mantenuto i tassi vicini allo zero
promettendo di tenerli bassi per un periodo esteso. 
 
 Tra i titoli in evidenza:
 * HUGO BOSS BOSG_p.DE sale di oltre 10% dopo aver
preannunciato utili in rialzo per il secondo semestre.
 * La produttrice e distributrice di vino PERNOD RICARD
(PERP.PA: Quotazione) avanza di oltre il 3% dopo che il gruppo ha rivisto al
rialzo il target sui profitti per l'anno intero e le vendite per
il terzo trimestre dovute soprattutto ai mercati di Usa e
Russia.
 * Bene anche il gruppo UNILEVER (ULVR.L: Quotazione), titolare di brand
come Algida o Axe, che avanza del 3,8%, dopo i buoni risultati
del primo trimestre con le vendite in rialzo del 4,1% e l'utile
per azione a 0,34 euro a fronte di attese di 0,32, specificando
che le vendite sono state particolarmente buone nei mercati
emergenti.
 * L'assicuratrice tedesca MUNICH RE (MUVGn.DE: Quotazione) perde oltre
il 4,2%. Ieri la società ha annunciato di essere riuscita a
chiudere il primo trimestre in utile, ma che l'impatto sui suoi
conti delle catastrofi naturali è triplicato a 700 milioni di
euro, 500 dei quali dovuti al terremoto in Cile.
 * BSKYB BSY.L sale del 5,4% dopo aver annunciato che nel
terzo trimestre riuscirà ad avere 62.000 nuovi abbonamenti. La
performance ha permesso al gruppo di alzare i ricavi dei primi
nove mesi dell'anno su dell'11% a 4,38 miliardi di sterline da
attese di 4,37 miliardi.
 * Fra le banche balza di oltre il 4% BANCO SANTANDER
(SAN.MC: Quotazione) sulla scia dei risultati sopra le stime del trimestre.
Forte rimbalzo per le banche greche con National Bank (NBGr.AT: Quotazione)
e Alpha Bank (ACBr.AT: Quotazione) in crescita fra il 14 e il 9%
rispettivamente.
 * Giù il titolo BP (BP.L: Quotazione) in ribasso dell'1,3%. La guarda
Costiera Usa ha detto che è superiore di 5 volte la stime la
perdita di petrolio stimata dal pozzo sotto il sito che è
esploso al largo della costa del Golfo. BP è proprietaria del
pozzo ed è finanziariamente responsabile per la pulizia.