BORSE EUROPA - Indici negativi, timori Grecia colpiscono banche

martedì 27 aprile 2010 17:08
 

                             indici              chiusura 
                           alle 16,45    var.         2009 
---------------------------------------------------------------
EuroStoxx50 .STOXX50E       2.894,28    -1,82%    2.966,24 
FTSEurofirst300 .FTEU3      1.083,86    -1,74%    1.045,76 
Stoxx banche             219,66    -2,87%      221,27 
Stoxx oil&gas            343,67    -1,18%      330,54 
Stoxx tech               213,90    -1,51%      184,35
----------------------------------------------------------------
 LONDRA, 27 aprile (Reuters) - Le piazze europee si muovono
in perdita dopo due sedute di rialzo, con l'incertezza relativa
alla situazione greca che colpisce soprattutto il settore
bancario. 
 Il timore che la Germania costituisca un ostacolo
all'elargizione del prestito ad Atene e le preoccupazioni
relative ai conti pubblici dei paesi periferici della zona euro
hanno pesato sull'azionario. 
 "C'è molta preoccupazione sulla questione del debito
(greco). I vacillamenti dell'Ue, dell'Fmi e la cancelliera
Angela Merkel ha reso le persone estremamente nervose" dice
David Buik, senior partner a BGC Partners.
 Oltre alle banche, col comparto finanziario  che
perde il 2,4%, penalizzati anche i titoli legati alle materie
prime , in calo di circa il 2,6 %. 
 Intorno alle 17,00 l'indice europeo FTSEurofirst 300
.FTEU3 perde l'1,73%. Sui singoli mercati il Ftse 100
britannico .FTSE cala dell'1,24%, il Dax tedesco .GDAXI
dello 0,91% e il Cac 40 francese .FCHI dell'1,93%.
 
 Tra i titoli in evidenza:
 * Il settore bancario arranca, con BANCO POPULAR (POP.MC: Quotazione) in
calo di circa il 4%, BANK OF IRELAND (BKIR.I: Quotazione) cede il 6,3%,
DEUTSCHE POSTBANK DPBGn.DE è a -4,4%, BANCO SANTANDER (SAN.MC: Quotazione)
a -4,6%.
 * LLOYD'S (LLOY.L: Quotazione) ha perduto i guadagni iniziali e cede lo
0,7%. Il calo ha annullato gli effetti dell'annuncio di oggi che
riuscirà a tornare a fare profitti sia nel primo semestre sia
nell'intero 2010.
 * EDP RENOVAVEIS (EDPR.LS: Quotazione) riduce il rialzo della mattina e
vede un guadagno del 2,7%. Socgen ha alzato il rating sulla
produttrice portoghese di energia eolica a "hold" da "buy". Edp
ieri ha concluso un accordo con la danese VESTAS (VWS.CO: Quotazione), la
più grande produttrice al mondo di turbine, per l'acquisto di
turbine da 1.500 MW di capacità, con un'opzione per ulteriori
600 MW.
 * ANTOFAGASTA (ANTO.L: Quotazione), ACELORMITTAL (ISPA.AS: Quotazione), XSTRATA
(ISPA.AS: Quotazione), RIO TINTO (RIO.L: Quotazione), ANGLO AMERICAN (AAL.L: Quotazione) perdono
tutte tra l'1,6% e il 3,3%.
 * In controtendenza rispetto al settore delle materie prime
è NORSK HYDRO (NHY.OL: Quotazione), che riduce il guadagno della mattina ma
resta in rialzo dell'1,8% circa, grazie agli ottimi risultati
del primo trimestre, con un Ebit oltre il doppio delle attese
(688 milioni di corone a fronte di 294 milioni), dopo aver detto
che la domanda di alluminio per l'anno in corso salirà del 12%.
 * ROYAL DUTCH SHELL (RDSa.L: Quotazione) sale dell'1,4%. JP Morgan, alla
vigilia dei suoi risultati del primo trimestre, ha rialzato la
sua valutazione sul titolo a "neutral" da "underweight".