BORSE EUROPA - Indici in rialzo grazie a Grecia, banche

lunedì 26 aprile 2010 10:25
 

                             indici              chiusura 
                           alle 10,00   var.         2009 
---------------------------------------------------------------
EuroStoxx50 .STOXX50E       2.956,84    +1,31%    2.966,24 
FTSEurofirst300 .FTEU3      1.106,72    +1,33%    1.045,76 
Stoxx banche             227,38    +1,98%      221,27 
Stoxx oil&gas            352,70    +1,71%      330,54 
Stoxx tech               217,76    +0,59%      184,35
----------------------------------------------------------------
 LONDRA, 26 aprile (Reuters) - Le borse europee avanzano in
modo robusto, sulla scia delle borse asiatiche e per la speranza
che la Grecia possa evitare di andare in default.
 Il ministro delle Finanze di Atene ha detto ieri che gli
aiuti da parte di Ue ed Fmi arriveranno in tempo per evitare
quello che sarebbe il primo default del debito sovrano di un
paese della zona euro, sebbene ci siano crescenti segnali che
possa non bastare il pacchetto di aiuti da 45 miliardi di euro.
 A realizzare i maggiori guadagni sono i titoli legati alle
materie prime , in rialzo del 2,8%, e al settore
finanziario , su dell'1,98%.
 "I dati sull'economia Usa assieme ad altri dati globali
stanno sostenendo il rialzo dei mercati", ha detto Bernard
McAlinden, investment strategist per NCB Stockbrokers. "Mi
aspetto che il mercato inizi un movimento laterale. Sono
sorpreso da quanto abbia recuperato bene dopo l'ultima
correzione".
 Intorno alle 10,00 l'indice europeo FTSEurofirst 300
.FTEU3 guadagna l'1,33%. Sui singoli mercati il Ftse 100
britannico .FTSE avanza dell'1,08%, il Dax tedesco .GDAXI
dell'1,01% e il Cac 40 francese .FCHI dell'1,45%.
     
 Tra i titoli in evidenza:
 * ANTOFAGASTA (ANTO.L: Quotazione), ACELORMITTAL (ISPA.AS: Quotazione), XSTRATA
(ISPA.AS: Quotazione), RIO TINTO (RIO.L: Quotazione), ANGLO AMERICAN (AAL.L: Quotazione) salgono
tutte tra il 2% e il 3,4%, sulla scia del rialzo del prezzo
delle materie prime.
 * BANK OF IRELAND (BKIR.L: Quotazione) perde il 4,1% dopo aver lanciato
un aumento di capitale.
 * BARCLAYS (BARC.L: Quotazione), BNP PARIBAS (BNPP.PA: Quotazione), BANCO SANTANDER
(SAN.MC: Quotazione), BBVA (BBVA.MC: Quotazione), LLOYD'S (LLOY.L: Quotazione) salgono oltre il 2%.
 * CHLORIDE GROUP CHLD.L è balzata di oltre il 40%. La
società che si occupa di protezione dell'energia ha ricevuto
un'offerta da 723 milioni di sterline da parte di Emerson
Electric (EMR.N: Quotazione), che con questo acquisto intende rafforzarsi in
Europa.
 * La società specializzata in ingegneria elettrica ed
elettronica SIEMENS (SIEGn.DE: Quotazione) avanza del 2,6% grazie a
indiscrezioni stampa secondo cui la società potrebbe rivedere al
rialzo l'outlook sugli utili.
 * UCB (UCB.BR: Quotazione) perde quasi il 5%. La società farmaceutica è
ai suoi minimi da 11 settimane dopo aver annunciato che la
commercializzazione del suo Neupro, medicinale per il morbo di
Parkinson, potrebbe slittare di due anni.
 * BSkyB BSY.L perde lo 0,7% dopo che Jefferies ha tagliato
il rating a "hold" da "buy" perché i dati societari del primo
trimestre, attesi per giovedì, potrebbero essere deludenti.
 * REGAL PETROLEUM (RPT.L: Quotazione) avanza del 5,6%. La società che si
occupa di esplorazioni di gas e greggio ha ridotto dell'81% la
perdita post tasse e dice di volersi concentrare sull'aumento
della produzione.
 * La produttrice di cellulari ERICSSON (ERICb.ST: Quotazione), unico
titolo in calo dell'indice Euro Stoxx 50 .STOXX50, perde circa
l'1%.