BORSE EUROPA - Indici in calo su timori Grecia, Nokia a picco

giovedì 22 aprile 2010 15:59
 

                             indici              chiusura 
                           alle 15,35   var.         2009 
---------------------------------------------------------------
EuroStoxx50 .STOXX50E       2.889,65    -1,97%    2.966,24 
FTSEurofirst300 .FTEU3      1.080,81    -1,39%    1.045,76 
Stoxx banche             220,08    -2,64%      221,27 
Stoxx oil&gas            344,38    -1,39%      330,54 
Stoxx tech               210,57    -4,88%      184,35
----------------------------------------------------------------
 LONDRA, 22 aprile (Reuters) - Le borse europee nel primo
pomeriggio viaggiano in territorio negativo, con le banche sotto
pressione per il persistere di preoccupazioni sui debiti della
Grecia e con Nokia NOK1V.HE che trascina a picco tutti i
tecnologici.
 Al tono ribassista contribuisce anche l'avvio in rosso degli
indici di Wall Street.
 Un'ulteriore nota negativa è arrivata dall'agenzia di rating
Fitch, che ha detto che il merito di credito sovrano del
Giappone è a rischio per il crescente debito governativo.
  Tra i bancari sono gli istituti greci  a pagare
in modo particolare, con un calo di oltre il 4% dopo che
Eurostat ha rivisto al rialzo il deficit di bilancio ellenico
del 2009 di quasi un punto pieno, portandolo al 13,6% del Pil.
 Intorno alle 15,35 l'indice europeo FTSEurofirst 300
.FTEU3 cede l'1,4% circa. Sui singoli mercati il Ftse 100
britannico .FTSE scende dell'1,1%, il Dax tedesco .GDAXI
dell'1,2% e il Cac 40 francese .FCHI dell'1,6%.
     
 Tra i titoli in evidenza:
 * CREDIT SUISSE CSGN.VX lascia sul terreno il 5,5%. I
risultati delle attività di investment banking sono stati
inferiori a quelli delle controparti Usa, che avevano battuto le
aspettative, e trascinano al ribasso il titolo nonostante il
buon andamento registrato nel primo trimestre dalla raccolta del
settore wealth management.
 * NOKIA NOK1V.HE ha tagliato le prospettive di utile per
la divisione core dei telefonini a causa delle persistenti
difficoltà incontrate nella fascia più alta del mercato, con il
titolo che precipita del 15% circa.
 * Il denaro premia gli alimentari guidati da NESTLE
NESN.VX, in rialzo di oltre il 2%. Il colosso svizzero ha
battuto le attese con le vendite del primo trimestre e ha
rassicurato gli investitori ribadendo i target di crescita
dell'intero anno.
 * Nel settore sale anche UNILEVER (ULVR.L: Quotazione), +1,3%, aiutata
dalla promozione a "buy" di Panmure.
 * Il gruppo di engineering ABB ABB.VX cede quasi il 9%
dopo aver fornito un outlook prudente sulla scia di una domanda
stagnante per il settore "power".
 * NEXANS (NEXS.PA: Quotazione) perde il 9,5%. Il produttore di cavi
francese si aspetta che la redditività sia penalizzata nel primo
semestre da condizioni di business ancora difficili.