BORSE EUROPA - Indici piatti dopo partenza WS, bene lusso

martedì 13 aprile 2010 16:44
 

                             indici               chiusura 
                           alle 16,35    var.         2009 
---------------------------------------------------------------
EuroStoxx50 .STOXX50E       2.985,42    -0,56%    2.966,24 
FTSEurofirst300 .FTEU3      1.097,12    -0,29%    1.045,76 
Stoxx banche             229,02    -0,54%      221,27 
Stoxx oil&gas            344,91    -0,93%      330,54 
Stoxx tech               214,89    -0,34%      184,35 
----------------------------------------------------------------
 LONDRA, 13 aprile (Reuters) - I listini azionario europei
viaggiano in territorio moderatamente negativo dopo la poco
entusiasmante partenza di Wall Street, depressa dal trimestre
Alcoa pubblicato ieri a mercato chiuso.
 In controtendenza il settore del lusso, beneficiato dagli
incoraggianti risultati di LVMH (LVMH.PA: Quotazione), il cui titolo in
rialzo di oltre 2% contribuisce alla generalizzata performance
positiva del comparto.
 Decisamente sotto tono invece il settore dei finanziari,
colpito da prese di beneficio dopo la brillante performance di
ieri. Tra le grandi banche basti citare il -1,4% di Barclays
(BARC.L: Quotazione), mentre correggono fino a oltre 6% gli istituti di
credito greci su cui si sono concentrati ieri gli acquisti più
vivaci.
 Intorno alle 16,30 l'indice delle blue chip europee
FTSEurofirst 300 .FTEU3 cede lo 0,44%, mentre tra i singoli
listini, il Ftse 100 londinese .FTSE cede 0,432%, il Cac 40 di
Parigi .FCHI arretra di 0,48% e il Dax di Francoforte .GDAXI
segna un -0,57%.
 Viaggiano in negativo gli indici Usa, partendo dal -0,1% del
Nasdaq fino ad arrivare al -0,25% dello Standard & Poor's.
 Gli investitori attendono intanto nuove trimestrali Usa.
 
 Tra i titoli in evidenza: 
 * Vendite sul comparto delle materie prime, depresso sia dal
deludente trimestre Alcoa sia dalla nuova correzione del
greggio. Tra i minerari, Antofagasta (ANTO.L: Quotazione), BHP Billiton
BLT.T, Rio Tinto (RIO.L: Quotazione), AcelorMittal (ISPA.AS: Quotazione) e Xstrata
XTA.L perdono tutte tra l'1,5% e il 2,3%.
 * Dello strappo al rialzo di Lvhm, premiato da ricavi
superiori alle attese nei primi tre mesi dell'anno, beneficiano
altri gruppi del lusso come Christian Dior (DIOR.PA: Quotazione) a +1,8% o
Luxottica (LUX.MI: Quotazione) a +1,6%. Avanza di quasi 3% anche Pernod
Ricard (PERP.PA: Quotazione) e di 1,7% Diageo (DGE.L: Quotazione), entrambe sempre
grazie alla lettura positiva del gigante LVMH.
 * Bene a +1,3% la tedesca Bayer (BAYGn.DE: Quotazione), grazie a nuove
voci di mercato circa un possibile interesse da parte di
Novartis NOVN.VX
 * Prosegue il rimbalzo di Fortis FOR.BR, in progresso di
oltre 4% dopo l'annuncio della prevista liquidazione di una
sub-holding che dovrebbe garantire alla finanziaria belga un
consistente beneficio fiscale.
 * Rimbalza di circa 2,5% Man Group (EMG.L: Quotazione), su scommesse du
una nuova performanca positiva del portafoglio del fondo Ahl.