BORSE EUROPA - Indici girano in negativo con WS, delusi da dati

mercoledì 31 marzo 2010 16:14
 

                                indici               chiusura
                              alle 16,00     var.       2009
 ---------------------------------------------------------------
 EuroStoxx50 .STOXX50E       2.920,50    -0,65%    2.966,24
 FTSEurofirst300 .FTEU3      1.074,42    -0,46%    1.045,76
 Stoxx banche             221,34    -0,95%      221,27
 Stoxx oil&gas            333,61    -0,16%      330,54
 Stoxx tech               213,93    +0,07%      184,35
----------------------------------------------------------------
 MILANO, 31 marzo (Reuters) - Le borse europee si girano in
negativo deluse dall'apertura in calo di Wall Street. Sui
mercati pesano le statistiche deludenti sul mercato del lavoro
del settore privato negli Stati Uniti.
 L'economia americana a marzo ha visto sparire 23.000 posti
di lavoro nel settore privato, rispetto ad attese di un
incremento di 40.000 posti. Il dato, così diverso dalle
aspettative, alimenta i timori sul mercato del lavoro nella
prima economia al mondo, penalizzando i mercati azionari.
 Si indeboliscono anche i titoli bancari, in luce per tutta
la prima parte della seduta.
 Intorno alle 16 italiane, l'indice europeo FTSEurofirst 300
.FTEU3 cede lo 0,7%. Tra i singoli listini, il Ftse 100
londinese .FTSE perde lo 0,1% e il Cac 40 di Parigi .FCHI lo
0,74%, mentre il Dax di Francoforte .GDAXI è in calo dello
0,19%.
 L'indice benchmark europeo è in rialzo di circa il 68% dai
minimi record toccati nel marzo 2009 e si appresta a chiudere il
trimestre con un progresso intorno al 3%.
 
 Tra i titoli in evidenza:
 * BANK OF IRELAND (BKIR.I: Quotazione) rimane tonica con un guadagno
oltre il 24%, recuperando le pesanti perdite degli ultimi due
giorni, dopo l'annuncio che la banca raccoglierà privatamente il
nuovo capitale, diventando così l'unico istituto a non avere
bisogno di nuovi aiuti statali. La banca ha inoltre previsto che
le sofferenza sui prestiti inizieranno a calare da quest'anno.
 * Positivi alcuni titoli energetici come BG Group BG.L,
Tullow Oil (TLW.L: Quotazione), Royal Dutch Shell (RDSa.L: Quotazione) e Total
(TOTF.PA: Quotazione), galvanizzati dal greggio Usa sopra gli 83 dollari al
barile.
 * Per contro, scende dopo due giorni consecutivi di rally il
comparto delle utility con GDF Suez GSZ.PA, Gas Natural
(GAS.MC: Quotazione) e United Utilities (UU.L: Quotazione).
 * UNILEVER (ULVR.L: Quotazione) (UNc.AS: Quotazione) sempre in rialzo grazie
all'upgrade di BofA Merrill Lynch a "buy" da "neutral".
 * Cede oltre il 5% FIRSTGROUP (FGP.L: Quotazione). La società di
trasporti ha detto di attendersi una crescita moderata degli
utili nel 2010/2011, in gran parte a causa del trend sul mercato
Usa.
 * Lettera anche su ELECTROLUX (ELUXb.ST: Quotazione). La società di
elettrodomestici ha avvertito che gli elevati prezzi delle
materie prime potrebbero far lievitare i costi di oltre 138
milioni quest'anno.