BORSE EUROPA - Indici deboli, pesano timori stretta Cina

lunedì 15 marzo 2010 09:55
 

                              indici                 chiusura
                              alle 9,45     var.       2009
 ---------------------------------------------------------------
 EuroStoxx50 .STOXX50E       2.889,21    -0,32%    2.966,24
 FTSEurofirst300 .FTEU3      1.056,11    -0,27%    1.045,76
 Stoxx banche             219,08    -0,28%      221,27
 Stoxx oil&gas            329,40    -0,18%      330,54
 Stoxx tech               207,49    -0,13%      184,35
----------------------------------------------------------------
 LONDRA, 15 marzo (Reuters) - Le borse europee sono in calo
in avvio seduta. Sui listini pesano le vendite dei titoli
minerari che risentono della debolezza delle quotazioni dei
metalli per i timori di una stretta monetaria in Cina, e gli
ultimi dati macro Usa che hanno evidenziato le difficoltà della
ripresa economica.
 A condizionare questa prima fase della seduta odierna è
principalmente il ribasso della borsa cinese penalizzata
dall'attesa per una stretta monetaria, da parte della banca
centrale, per contrastare l'inflazione.
 Si apre oggi nel pomeriggio la riunione mensile dei ministri
finanziari della zona euro che dovrebbero vagliare diverse
ipotesi di sostegno alla Grecia con l'obiettivo di rispondere
alle esigenze fattuali oltre che politiche di Atene.  
 Intorno alle 9,45 il FTSEurofirst 300 .FTEU3 cede lo
0,27%, mentre tra i singoli listini il Ftse 100 londinese
.FTSE perde lo 0,11%, il Dax di Francoforte .GDAXI cede un
frazionale 0,03% e il CAC 40 di Parigi .FCHI scende dello
0,14%.
 
 Tra i titoli in evidenza:
 * Minerari in lettera con ANGLO AMERICAN (AAL.L: Quotazione)
KAZAKHMYS (KAZ.L: Quotazione), BHP BILLITON (BLT.L: Quotazione), XSTRATA XTA.L e RIO
TINTO (RIO.L: Quotazione) in ribasso tra l'1,2% e il'1,6%.
 *  In calo anche i bancari: BARCLAYS (BARC.L: Quotazione), SOCIETE
GENERALE (SOGN.PA: Quotazione), BNP PARIBAS (BNPP.PA: Quotazione) e DEUTSCHE BANK
(DBKGn.DE: Quotazione) registrano perdite dell'1% circa.
 
 *  METRO (MEOG.DE: Quotazione) sale dell'1,4% sulla scia dell'upgrade a
"overweight" da "neutral" da parte di JP Morgan che ha inoltre
rivisto al rialzo il target price del retailer tedesco a 48 da
46 euro.
 * L'operatore tlc britannico BT Group (BT.L: Quotazione) guadagna il
2,8%  dopo che Citigroup ha alzato il giudizio a "buy" da "hold"
con un target price aumentato a 150 da 145 pence.