BORSE EUROPA - Girano in positivo grazie a bancari e minerari

mercoledì 10 marzo 2010 10:40
 

                              indici                 chiusura
                              alle  10,00     var.       2009
 ---------------------------------------------------------------
 EuroStoxx50 .STOXX50E       2.891,81    +0,38%    2.966,24
 FTSEurofirst300 .FTEU3      1.054,06    +0,2%    1.045,76
 Stoxx banche             218,63    +0,49%      221,27
 Stoxx oil&gas            329,30    +0,21%      330,54
 Stoxx tech               204,10    +0,05%      184,35
----------------------------------------------------------------
 LONDRA, 10 marzo (Reuters) - I listini europei hanno
annullato le perdite registrate nelle prime battute e ora si
muovono in leggero rialzo, complice la svolta positiva dei
titoli bancari e minerari.
 Pesano ancora sui listini il settore farmaceutico e quello
del retail. 
 Il settore minerario beneficia della crescita sopra le
attese delle importazioni ed esportazioni cinesi a febbraio, che
alimentano le speranze di una ripresa economica solida. 
 Alle 10,20 il FTSEurofirst 300 .FTEU3 avanza dello 0,2%.
Tra i singoli, il Ftse 100 londinese .FTSE guadagna lo 0,22%,
il Dax di Francoforte .GDAXI lo 0,29% e il CAC 40 di Parigi
.FCHI lo 0,34%.
 
 Tra i titoli in evidenza:
 
 * In spolvero i minerari, con l'indice di settore  in
rialzo del 0,8%. In evidenza MONDI (MNDI.L: Quotazione), che sale di oltre
il 5% dopo l'upgrade di BofA Merrill.
 * L'utility tedesca E.ON (EONGn.DE: Quotazione) guadagna lo 0,7% dopo un
calo iniziale causato dalle caute previsioni sugli utili per il
2010 a causa dell'impatto della crisi sulla domanda e i prezzi
dell'energia, seguendo quanto fatto dai suoi competitor come GDF
Suez GSZ.PA.
 * Barclays (BARC.L: Quotazione) cede lo 0,5% dopo che il Wall Street
Journal ha scritto che starebbe cercando di acquisire una banca
retail negli Stati Uniti.
 * VALEO (VLOF.PA: Quotazione) avanza del 4,7% dopo aver rivisto i propri
target, con vendite a 10 miliardi nel 2013. Il gruppo francese
ha inoltre varato un piano di riorganizzazione, con attenzione
al taglio di emissioni e al rafforzamento a livello globale.
 * Il gruppo di assicurazioni belga FORTIS FOR.BR sale del
2,5% dopo aver annunciato di essere tornato in utile nel 2009,
con profitti a 1,19 miliardi di euro, poco sopra le attese. Il
gruppo ha inoltre detto che pagherà un dividendo di 0,8 euro per
azione e cambierà il nome in Ageas.
 * MUNICH RE (MUVGn.DE: Quotazione) è in lieve rialzo, dopo aver
annuciato che l'utile netto nel 2010 dovrebbe calare a 2
miliardi, dai 2,5 miliardi del 2009, con un impatto del
terremoto in Cile e della tempesta Xynthia limitato a 500
milioni. L'utile dovrebbe tornare a crescere nel 2011. 
 * Il gruppo biotech tedesco EVOTEC (EVTG.DE: Quotazione) guadagna il
3,7% dopo aver annunciato i progressi di un nuovo farmaco per il
trattamento della depressione. 
 *