BORSE EUROPA - Indici correggono da massimi dopo incertezza WS

venerdì 26 febbraio 2010 16:30
 

                              indici                 chiusura
                              alle 16,25     var.       2009
 ---------------------------------------------------------------
 DJ EuroStoxx50 .STOXX50E    2.703,50    +0,71%    2.966,24
 FTSEurofirst300 .FTEU3      1.001,38    +0,47%    1.045,76
 DJ Stoxx banche          204,09    +0,40%      221,27
 DJ Stoxx oil&gas         310,80    +0,22%      330,54
 DJ stoxx tech            191,82    +0,89%      184,35
----------------------------------------------------------------
 LONDRA, 26 febbraio (Reuters) - Conservano il segno positivo
rientrando però decisamente dai massimi gli indici azionari
europei, appesantiti dall'opaca partenza di Wall Street.
 A livello settoriale bene fanno assicurativi, sulla scia del
+3% di ALLIANZ (ALVG.DE: Quotazione) e materie prime insieme al comparto
degli edili, decisamente positivi anche gli automobilistici,
mentre leggermente peggio fanno bancari e utility e decisamente
male gli immobiliari.
 Positiva per la performance dell'azionario la netta
accelerazione del greggio che vede i contratti Usa in rialzo di
circa un dollaro in area 79.
 Intorno alle 16,20 l'indice FTSEurofirst 300 .FTEU3 avanza
di 0,44%, mentre tra i singoli listini fanno +1,05% l'Ftse 100
londinese .FTSE, +0,55% il Dax di Francoforte .GDAXI e
+0,88% il CAC 40 di Parigi .FCHI.
 Tra i titoli in evidenza:
* Si smorza il rimbalzo di TELEFONICA (TEF.MC: Quotazione), che riduce
il progresso a circa 0,7% rispetto al +2% della tarda mattinata.
Il gruppo ha chiuso il 2009 in linea alle attese e fissato per
quest'anno pruenti obiettivi di crescita.
* Cede ancora quasi 3% LLOYDS (LLOY.L: Quotazione), anch'essa nel giorno
della trimestrale che non è però riuscita a convincere gli
investitori. L'esercizio 2009 termina con una perdita di 6,3
miliardi di sterline e un aumento di 61% delle sofferenze.
 * Debole VOLKSWAGEN (VOWG_p.DE: Quotazione), in calo di poco meno di 2%
dopo la diffusione dei risultati 2009, il cui deterioramento è
superiore alle attese e l'annuncio della pesante riduzione del
dividendo a 1,66 euro dagli 1,99 corrisposti per l'esercizio
precedente
 * Avanza di circa 0,6% SANTANDER (SAN.MC: Quotazione): secondo la stampa
turca sarebbe in trattative con General Electric per la cessione
di circa 21% di Garanti Bank, principale istituto di credito
turco quotato.
 * Brilla a +6,4% SAINT-GOBAIN (SGOB.PA: Quotazione), forte di risultati
2009 migliori delle attese e della previsione di crescita
dell'utile operativo 2010.
 * Tra i bancari molto bene CREDIT AGRICOLE (CAGR.PA: Quotazione), in
rialzo di oltre 3% all'indomani dei risultati
 * VALEO (VLOF.PA: Quotazione) avanza di oltre 3% dopo l'annuncio sulla
cessione della divisione che produce fanali, come parte della
strategia di focalizzazione sul business core.
* BAYER (BAYGn.DE: Quotazione) arretra di circa 2,5%, risalendo
leggermente dai minimi, dopo aver archiviato il quarto trimestre
con un Ebitda di 1,51 miliardi, sotto le attese di 1,58
miliardi, e stimato una crescita per il 2010 lievemente più
bassa delle previsioni del mercato
 * Prosegue la corsa della belga BEKAERT (BEKB.BR: Quotazione), in rialzo
di oltre 8% dopo i risultati 2009 migliori delle attese.