BORSE EUROPA - Indici in rialzo, rimbalza Telefonica

venerdì 26 febbraio 2010 10:23
 

                              indici                chiusura
                              alle 10,00      var       2009
 ---------------------------------------------------------------
 DJ EuroStoxx50 .STOXX50E    2.706,68    +0,82%    2.966,24
 FTSEurofirst300 .FTEU3      1.003,30    +0,66%    1.045,76
 DJ Stoxx banche          205,30    +0,97%      221,27
 DJ Stoxx oil&gas         312,00    +0,61%      330,54
 DJ stoxx tech            191,56    +0,73%      184,35
----------------------------------------------------------------
 LONDRA, 26 febbraio (Reuters) - I listini europei si muovono
al rialzo, sulla scia del recupero di Wall Street nella parte
finale della seduta. Rimbalza Telefonica (TEF.MC: Quotazione) dopo la
pubblicazione dei risultati, mentre cede terreno Lloyds (LLOY.L: Quotazione)
nonostante la riduzione delle perdite.
 Ieri, in chiusura, i listini americani erano riusciti a
ridurre le perdite registrate dopo i deludenti dati sulle
richieste di sussidi di disoccupazione e quelli sugli ordini di
beni durevoli. Il Nikkei ha chiuso in lieve rialzo questa
mattina, aiutato dai dati sulla produzione nazionale sopra le
attese.
 Sostengono gli indici i titoli minerari, che beneficiano del
rialzo dei prezzi delle materie prime.
Alle 10,00 l'indice FTSEurofirst 300 .FTEU3 avanza dello
0,66%. Il FTSE 100 di Londra .FTSE guadagna lo 0,92%, il DAX
di Francoforte .GDAXI lo 0,84% e il CAC 40 di Parigi .FCHIlo
0,9%.
 
 Tra i titoli in evidenza:
  
 * TELEFONICA (TEF.MC: Quotazione) guadagna l'1,8% dopo aver archiviato
il 2009 in linea con le attese e nonostante aver fissato
obiettivi di crescita moderati per il 2010. L'utile netto lo
scorso anno è migliorato del 2,4% a 7,78 miliardi di euro, solo
leggermente al di sotto delle stime Reuters a 7,94 miliardi.
* LLOYDS (LLOY.L: Quotazione) cede il 2% dopo aver pubblicato una
perdita di 6,3 miliardi di sterline (migliore delle attese),
dovuta soprattutto all'aumento del 61% delle sofferenze, a 24
miliardi. L'annuncio di una riduzione delle sofferenze a 15
miliardi nel 2010 non è bastato a rassicurare gli investitori.  
 * VALEO (VLOF.PA: Quotazione) sale del 3% dopo aver annunciato la
cessione della divisione che produce fanali, come parte della
strategia di focalizzazione sul business core.
* BAYER (BAYGn.DE: Quotazione) cede il 4%, dopo aver archiviato il
quarto trimestre con un Ebitda di 1,51 miliardi, sotto le attese
di 1,58 miliardi, e stimato una crescita per il 2010 lievemente
più bassa delle previsioni del mercato (Ebitda a 7 miliardi
contro un consensus Reuters di 7,1). BASF BASF.DE,
conccorrente di Bayer per una serie di prodotti, ieri aveva
previsto una crescita sensibile degli utili per quest'anno. Il
titolo sale dell'1,5%. 
 * SAINT-GOBAIN (SGOB.PA: Quotazione) sale del 6% grazie ai risultati
2009 migliori delle attese e a una previsione di crescita
dell'utile operativo nel 2010.
 * BEKAERT (BEKB.BR: Quotazione) è balzato di quasi l'8% dopo aver
annunciato risultati 2009 sopra le attese.
 * SANTANDER (SAN.MC: Quotazione) sale dell'1,6% dopo le indiscrezioni
della stampa turca su una possibile vendita all'istituto
spagnolo della quota che General Electric (GE.N: Quotazione) detiene nella
banca turca Garanti Bank (GARAN.IS: Quotazione).