BORSE EUROPA - Indici poco mossi in attesa discorso Bernanke

mercoledì 24 febbraio 2010 15:49
 

                              indici                chiusura
                              alle 15,40      var       2009
 ---------------------------------------------------------------
 DJ EuroStoxx50 .STOXX50E    2.727,19    -0,12%    2.966,24
 FTSEurofirst300 .FTEU3      1.011,33    -0,03%    1.045,76
 DJ Stoxx banche          204,96    +0,05%      221,27
 DJ Stoxx oil&gas         318,81    +0,14%      330,54
 DJ stoxx tech            193,02    +0,43%      184,35
----------------------------------------------------------------
 LONDRA, 24 febbraio (Reuters) - Nel primo pomeriggio le
borse europee trattano intorno alla parità, ingessate dalla
cautela in attesa della testimonianza al Congresso del
presidente della Federal Reserve Ben Bernanke, sotto i
riflettori dopo la decisione della scorsa settimana della banca
centrale di alzare il tasso di sconto.
 Positiva l'apertura di Wall Street.
 A livello settoriale i modesti guadagni delle banche sono
controbilanciati dalla debolezza dei minerari, sotto pressione
sulla scia dei dati di ieri sulla fiducia dei consumatori Usa
che hanno intaccato le prospettive per la ripresa economica e la
domanda di materie prime nella maggiore economia del mondo.
 Intorno alle 15,40 l'indice FTSEurofirst 300 .FTEU3 è
sostanzialmente piatto. Sulle singole piazze il FTSE 100 di
Londra .FTSE guadagna lo 0,38%, il DAX di Francoforte .GDAXI
lo 0,07% e il CAC 40 di Parigi .FCHI lo 0,05%.
 
 Tra i titoli in evidenza:
* COMMERZBANK (CBKG.DE: Quotazione) cede quasi il 4% dopo che il
quotidiano Handelsblatt ha scritto che l'istituto tedesco
potrebbe aver bisogno di raccogliere 3 miliardi di capitali
freschi quest'anno, anche se l'AD ha detto di aver capitale più
che sufficiente per sostenere il business.
 * Tra i titoli a minore capitalizzazione, RHODIA RHA.PA
sale di oltre il 6% dopo aver pubblicato risultati annuali 2009
superiori alle attese e aver annunciato un forte aumento
dell'ebitda per il 2010.
 * ACCOR (ACCP.PA: Quotazione) guadagna l'1,7% dopo aver annunciato che
la divisione del gruppo in due società distinte, una dedicata al
business alberghiero e una ai servizi come i ticket restaurant,
sarà effettiva da luglio. Il gruppo ha pubblicato risultati 2009
corrispondenti alla parte alta della forchetta delle previsioni.
 * Il gruppo chimico olandese DSM (DSMN.AS: Quotazione) lascia sul
terreno il 5,5% dopo un'inattesa perdita netta nel quarto
trimestre e l'assenza di previsioni per il 2010.
 * Sempre ad Amsterdam, in calo di quasi il 3% la società
editoriale WOLTERS KLUWER (WLSNc.AS: Quotazione) che ha previsto per
quest'anno una ripresa economica lenta dopo aver mancato le
stime sul 2009.
 * Sul fronte positivo FRESENIUS MEDICAL CARE (FMEG.DE: Quotazione) balza
del 4% circa grazie a utili del quarto trimestre sopra le
attese.
 * Nel comparto costruzioni si segnala il ribasso di più del
7% di BILFINGER BERGER (GBFG.DE: Quotazione), che si aggiunge al calo di
ieri innescato dall'annuncio di irregolarità nel progetto per la
metropolitana di Duesseldorf.