BORSE EUROPA - Indici girano in negativo, pesano bancari e auto

mercoledì 24 febbraio 2010 10:41
 

                              indici                chiusura
                              alle 10,25      var       2009
 ---------------------------------------------------------------
 DJ EuroStoxx50 .STOXX50E    2.712,18    -0,67%    2.966,24
 FTSEurofirst300 .FTEU3      1.007,08    -0,45%    1.045,76
 DJ Stoxx banche          202,85    -0,98%      221,27
 DJ Stoxx oil&gas         318,11    -0,08%      330,54
 DJ stoxx tech            191,70    -0,25%      184,35
----------------------------------------------------------------
 LONDRA, 24 febbraio (Reuters) - Dopo una partenza in lieve
rialzo le borse europee hanno girato in negativo, trascinate al
ribasso dal comparto auto e dai titoli bancari e minerari. Resta
in territorio positivo il settore farmaceutico.
 Gli investitori sono prudenti, in attesa della testimonianza
del presidente della Federal Reserve davanti al Congresso
americano: Ben Bernanke dovrà spiegare la decisione, presa la
scorsa settimana, di alzare il tasso di sconto sui prestiti di
emergenza. Gli investitori sperano di ricevere un'indicazione
sul movimento dei tassi di interesse nei prossimi mesi.  
 "La giornata sarà dominata dalla posizione che prenderà
Bernanke. I mercati ne terranno conto e credo che quello che
dirà Bernanke oggi darà la direzione ai mercati per almeno le
prossime cinque settimane", spiega Howard Wheeldon, analista di
BGC Partners.
 Alle 10,25 l'indice FTSEurofirst 300 .FTEU3 cede lo 0,45%.
Il FTSE 100 di Londra .FTSE perde lo 0,22%, il DAX di
Francoforte .GDAXI lo 0,4% e il CAC 40 di Parigi .FCHIlo
0,42%.
 
 Tra i titoli in evidenza:
  
 * Il settore auto è il peggiore d'Europa, con l'indice
SXAP che perde circa l'1,2%. Ieri sera Dieter Zetsche,
presidente della federazione dei costruttori europei Acea e Ad
di Daimler, ha detto di non prevedere una ripresa della domanda
nel 2010 e che il mercato è lontano dall'essersi stabilizzato.
Tra i titoli peggiori FIAT <FIA:MI>, PEUGEOT (PEUP.PA: Quotazione), DAIMLER
(DAIGn.DE: Quotazione), che perdono tra l'1,4 e il 2,6%.
 * Deboli i bancari, con l'indice di settore che scende
dell'1%. In forte calo BBVA (BBVA.MC: Quotazione) e BANCO SANTANDER
(SAN.MC: Quotazione), dopo i downgrade di Barclays.
 * COMMERZBANK (CBKG.DE: Quotazione) cede circa il 4% dopo che il
quotidiano Handelsblatt ha scritto che l'istituto tedesco
potrebbe aver bisogno di raccogliere 3 miliardi di capitali
freschi quest'anno. Ieri Commerznbank aveva annunciato di aver
archiviato il quarto trimestre con una perdita peggiore delle
attese e che il 2010 sarà difficile.
 * Tra i titoli a minore capitalizzazione, RHODIA RHA.PA
sale del 6,6% dopo aver pubblicato risultati annuali 2009
superiori alle attese e aver annunciato un forte aumento
dell'ebitda per il 2010.
 * ACCOR (ACCP.PA: Quotazione) guadagna quasi il 2,5% dopo aver
annunciato che la divisione del gruppo in due società distinte,
una dedicata al business alberghiero e una ai servizi come i
ticket restaurant, sarà effettiva da luglio. Il gruppo ha
pubblicato risultati 2009 corrispondenti alla parte alta della
forchetta delle previsioni.
 *  VALLOUREC (VLLP.PA: Quotazione) sale del 2,7% dopo che i risultati
2009 hanno battuto le attese degli analisti. 
 * EADS EAD.PA cede l'1,6% dopo i primi guadagni
sull'annuncio, ieri, di un accordo di principio tra la società e
i paesi clienti per il finanziamento dell'aereo militare A400M.