BORSE EUROPA - Indici in lieve flessione dopo conti SocGen

giovedì 18 febbraio 2010 09:50
 

                              indici                chiusura
                              alle 9,40      var       2009
 ---------------------------------------------------------------
 DJ EuroStoxx50 .STOXX50E    2.754,64    -0,26%    2.966,24
 FTSEurofirst300 .FTEU3      1.013,67    -0,14%    1.045,76
 DJ Stoxx banche          205,06    -0,65%      221,27
 DJ Stoxx oil&gas         320,25    -0,31%      330,54
 DJ stoxx tech            192,43    +0,03%      184,35
----------------------------------------------------------------
 LONDRA, 18 febbraio (Reuters) - Aperura in leggero ribasso
per le Borse europee in una seduta che parte ancora sotto il
segno delle trimestrali societarie. 
 Deludono i conti della banca francese Societe Generale
(SOGN.PA: Quotazione), i più attesi della giornata, portando un po' di
debolezza sull'azionario continentale, dopo tre sedute
consecutive col segno più. E le vendite si estendono a tutto il
settore bancario.
 Alle 9,25 l'indice FTSEurofirst 300 .FTEU3 cede lo 0,14% a
1.013,56. Il FTSE 100 di Londra .FTSE perde lo 0,21%, il DAX
di Francoforte .GDAXI lo 0,22%, il CAC 40 di Parigi .FCHI lo
0,28%.
 "Le indicazioni delle trimestrali di oggi sono miste" spiega
lo strategist di Ncb Stockbrokers Bernard McAlinden. "Non
dimentichiamo che l'euro resta ai minimi da nove mesi sul
dollaro, segno che che tutti i dubbi sulle economie periferiche
sono ancora lì".
 Tra i titoli in evidenza: 
 * SOCIETE GENERALE (SOGN.PA: Quotazione) arretra del 3,1% all'inizio
delle contrattazioni. L'utile trimestrale sale oltre le
previsioni, ma la banca francese taglia il dividendo a 0,29 euro
da 1,2. E deludono i risultati della divisione retail, in
Francia e a livello internazionale.
 
 * DEUTSCHE POSTBANK DPBGN.DE perde il 2,4%. Il 2009 si è
chiuso con una perdita pre-tasse di quasi 400 milioni di euro,
stima la banca tedesca, secondo cui nei prossimi trimestri ci
sarà un aumento degli accantonamenti su prestiti inesigibili.
 
 * Nel settore bancario Credit Agricole (CAGR.PA: Quotazione) perde
l'1,8%, Hsbc (HSBA.L: Quotazione) lo 0,5%, Lloyds (LLOY.L: Quotazione) l'1%, Bbva
SBBVA.MC lo 0,9% e Deutsche Bank (DBKGn.DE: Quotazione) lo 0,7%.
 * AXA (AXAF.PA: Quotazione) apre in rialzo dell'1,7%. Per il secondo
gruppo assicurativo europeo profitti più che triplicati nel
2009, a 3,6 miliardi di euro, e dividendo aumentato del 38%. Axa
prevede di beneficiare di un trend positivo del settore
nonostante la generale incertezza economica.
 
 * SWISS RE RUKN.VX sale dello 0,7%. Per il gruppo
riassicurativo il 2009 si è chiuso con un ritorno al profitto e
un rafforzamento della base patrimoniale, dopo le difficoltà
legate alla crisi finanziaria. L'utile, 506 milioni di franchi
svizzeri, è risultato tuttavia inferiore alle attese.
 
 * BAE SYSTEMS (BAES.L: Quotazione) balza in apertura di oltre il 3%. Il
maggiore gruppo europeo del settore difesa ha comunicato un
incremento dei profitti del 15% nel 2009, aumentando il
dividendo e annunciando un piano di riacquisto di azioni proprie
da 500 milioni di sterline nel corso del 2010.
 
 * ABB ABBN.VX sale di quasi il 4% dopo la presentazione
dei conti del quarto trimestre. Il gruppo industriale svizzero
ha annunciato la volontà di ridurre i costi di un altro miliardo
di dollari.
 
 * Sotto pressione il settore minerario, di pari passo con la
frenata delle quotazioni dei principali metalli. Bhp Billiton
(BLT.L: Quotazione), Anglo American (AAL.L: Quotazione), Antofagasta (ANTO.L: Quotazione), Rio Tinto
(RIO.L: Quotazione) e Xstrata XTA.L sono tutti in calo tra lo 0,5% e
l'1,3%.