BORSE EUROPA - Indici peggiorano dopo dati Usa, calo Wall Street

giovedì 4 febbraio 2010 15:54
 

                              indici                chiusura
                              alle 15,40   var       2009
 ---------------------------------------------------------------
 DJ EuroStoxx50 .STOXX50E    2.757,61    -1,68%    2.966,24
 FTSEurofirst300 .FTEU3      1.006,93    -1,38%    1.045,76
 DJ Stoxx banche          203,68    -3,24%      221,27
 DJ Stoxx oil&gas         319,02    -0,97%      330,54
 DJ stoxx tech            198,02    -0,45%      184,35
----------------------------------------------------------------
 LONDRA, 4 febbraio (Reuters) - Le borse europee hanno esteso
le perdite nel primo pomeriggio dopo l'inatteso incremento delle
richieste di sussidi per la disoccupazione negli Stati Uniti,
che ha alimentato i dubbi sulla forza della ripresa economica.
 Wall Street ha aperto in calo, con Dow Jones .DJI e Nasdaq
.IXIC in ribasso dello 0,7% circa e l'indice S&P 500 .SPX di
quasi l'1%.
 Intanto la Bce ha mantenuto, come previsto, i tassi di
interesse invariati, così come la Bank of England.
 Intorno alle 15,40 il FTSEurofirst 300 .FTEU3 cede l'1,4 a
1.006,53 punti. Sui singoli mercati il FTSE 100 .FTSE perde
l'1,2%, il DAX .GDAXI cede l'1,25% e il CAC 40 .FCHI lascia
sul terreno l'1,33%.
 Le nuove richieste di sussidi per la disoccupazione negli
Usa sono salite oltre le attese la scorsa settimana a 480.000.
 
 Tra i titoli in evidenza: 
 * Le banche sono i titoli più colpiti dalle vendite, con BNP
Paribas (BNPP.PA: Quotazione), Barclays (BARC.L: Quotazione), Royal Bank of Scotland
(RBS.L: Quotazione) e HSBC (HSBA.L: Quotazione) in calo tra il 3 e il 6%.  
 Banco Santander (SAN.MC: Quotazione), la maggiore banca della zona euro,
ha esteso le perdite e cede circa il 4,8%, con i trader che
chiamano in causa la paura per le prospettive della Spagna e i
timori che la banca non stia facendo abbastanza per gestire la
sua esposizione al settore immobiliare, nonostante risultati
superiori alle previsioni.
 * La società di infrastrutture spagnola Ferrovial FER1.MC
perde oltre il 10% per via dei timori sul debito e le
preoccupazioni legate all'economia del paese.
 * Ancora tonica VODAFONE (VOD.L: Quotazione), guadagna quasi il 5% dopo
aver rivisto al rialzo l'oulook sul 2010.
 * Buon rialzo anche per Zurich Financial Services ZURN.VX,
in controtendenza rispetto al settore , che ha annunciato
un aumento del dividendo. "Il 2009 è stato un anno eccellente
per l'istituto", ha commentato l'analista di Sarasin Rainer
Skierka. "Questo si riflette sulla sua politica di payout.
Vediamo un ulteriore potenziale di crescita per il titolo".