BORSE EUROPA - Indici deboli su trimestrali e attesa Boe, Bce

giovedì 4 febbraio 2010 09:53
 

                              indici                chiusura
                              alle 9,40     var       2009
 ---------------------------------------------------------------
 DJ EuroStoxx50 .STOXX50E    2.804,14    -0,02%    2.966,24
 FTSEurofirst300 .FTEU3      1.021,34    +0,03%    1.045,76
 DJ Stoxx banche          210,20    -0,17%      221,27
 DJ Stoxx oil&gas         321,43    -0,22%      330,54
 DJ stoxx tech            200,09    +0,59%      184,35
----------------------------------------------------------------
 LONDRA, 4 febbraio (Reuters) - Ancora un'apertura debole per
le borse europe in una seduta concentrata sui risultati
societari e dominata dalla cautela, in vista delle riunioni di
politica monetaria di Banca centrale europea e Banca di
Inghilterra.
 Intorno alle 9,40 l'indice FTSEurofirst 300 .FTEU3 è poco
mosso a 1.021,34 punti mentre sui singoli mercati il FTSE 100
.FTSE perde lo 0,2%, il DAX .GDAXI sale dello 0,1% e il CAC
40 .FCHI lascia sul terreno lo 0,02%.
 Oggi Banca centrale europea e Banca di Inghilterra
dovrebbero confermare i tassi di riferimento sui minimi storici,
rispettivamente all'1% e allo 0,5% e potrebbero aggiornare le
proprie posizioni sull'andamento dell'economia.
 Particolare attenzione alla conferenza stampa conclusiva del
numero uno di Francoforte Jean-Claude Trichet in un momento in
cui la Grecia, sotto pressione per l'andamento dei conti
pubblici, sta instillando dubbi anche su altri membri della zona
euro, come Spagna e Portogallo, con possibili conseguenze sulla
moneta unica. Ieri Madrid ha rivisto al rialzo le previsioni sul
deficit pubblico per i prossimi tre anni, mentre l'agenzia del
debito portoghese ha ridotto ieri la sua emissione di
obbligazioni a 300 milioni dai 500 previsti inizialmente a causa
del forte aumento dei rendimenti da pagare.
 All'ondata di risultati societari europei si uniranno nel
pomeriggio i conti americani di Mastercard MA.n, Moody's
(MCO.N: Quotazione) e Northrop Grumman (NOC.N: Quotazione).
 
 Tra i tioli in evidenza: 
 * LAFARGE LAFP.PA ha detto ieri sera di aver venduto la
partecipazione del 17,28% nella società portoghese del cemento
CIMPOR (CPR.LS: Quotazione) al conglomerato brasiliano VOTORANTIM. Il titolo
francese sale dell'1,5%.
 * BONDUELLE (BOND.PA: Quotazione) ha chiuso il secondo trimestre (a fine
dicembre 2009) con ricavi in calo dell'1,5%, portando il titolo
a perdere il 3,5%. La società ha però confermato gli obiettivi
finanziari per l'esercizio 2009-2010.
 * VODAFONE (VOD.L: Quotazione) guadagna oltre il 4% dopo aver rivisto al
rialzo l'oulook sul 2010.
 * DEUTSCHE BANK (DBKGn.DE: Quotazione) sale dell'1,3% nei primi scambi
dopo i risultati societari. La banca tedesca ha superato le
attese del mercato con un utile netto nel quarto trimestre a 1,3
miliardi di euro e ha delineato prospettive cautamente ottimiste
sul 2010.
 * Utili sopra le attese nel 2009 per SANTANDER (SAN.MC: Quotazione) che
ha aumentato gli accantonamenti per gli asset tossici a causa
del collasso della bolla immobiliare spagnola. Il titolo
guadagna lo 0,5% circa.
 * ROYAL DUTCH SHELL (RDSa.L: Quotazione), la seconda compagnia
energetica al mondo per valore di mercato, cede circa il 2% dopo
aver annunciato un calo del 75% negli utili del quarto
trimestre. 
 * In Svizzera PETROPLUS PPHN.VX, il maggiore raffinatore
indipendente di petrolio sale invece di oltre il 5,4%
registrando una perdita netta di 150 milioni di dollari negli
ultimi tre mesi del 2009, ma superando le attese del mercato.
 * L'assicuratore svizzero ZURICH FINANCIAL ZURN.VX balza
del 4,9%, premiato per aver annunciato un aumento del dividendo
sopra i livelli precedenti alla crisi e per aver ottenuto nel
2009 un rialzo degli utili.
 * Il produttore di invertitori solari SMA SOLAR (S92G.DE: Quotazione)
cede il 4,6% dopo aver rivelato ieri sera che il suo AD è sotto
indagine preliminare per faccende private.