BORSE EUROPA - Indici in calo, BP delude attese, giù energetici

martedì 2 febbraio 2010 09:38
 

                              indici                chiusura
                              alle 9,30     var       2009
 ---------------------------------------------------------------
 DJ EuroStoxx50 .STOXX50E    2.781,20    -0,43%    2.966,24
 FTSEurofirst300 .FTEU3      1.012,84    -0,51%    1.045,76
 DJ Stoxx banche          210,31    -0,21%      221,27
 DJ Stoxx oil&gas         316,94    -1,83%      330,54
 DJ stoxx tech            196,12    -0,19%      184,35
----------------------------------------------------------------
 LONDRA, 2 febbraio (Reuters) - Dopo una breve apertura in
rialzo le borse europee si sono girate in negativo, sulla scia
della delusione per i risultati di British Petroleum (BP.L: Quotazione).
 In Europa e negli Stati Uniti a catalizzare l'attenzione
sono ancora le trimestrali, mentre dall'Australia è stata
accolta con sorpresa la decisione della banca centrale di non
alzare i tassi di interesse anche a causa della stretta
monetaria cinese in corso.
 Intorno alle 9,30 l'indice FTSEurofirst 300 .FTEU3 cede lo
0,5%, dopo aver perso a gennaio oltre il 3% a causa delle
preoccupazioni su una regolamentazione bancaria più severa e sul
deficit della Grecia.
 Sui singoli mercati il FTSE 100 .FTSE lascia sul terreno
lo 0,71%, il DAX .GDAXI lo 0,44% e il CAC 40 .FCHI lo 0,57%.
 Dagli Stati Uniti arriveranno oggi le trimestrali di Dow
Chemical (DOW.N: Quotazione), United Parcel Service (UPS.N: Quotazione), Whirlpool
(WHR.N: Quotazione) e News Corp NWSA.N.
 Tra i titoli in evidenza:
 * MUNICH RE (MUVGn.DE: Quotazione) ha annunciato utili trimestrali
superiori alle attese e un rialzo del dividendo. Il gruppo di
riassicurazione sale dello 0,59%.
 * Ha invece deluso la major del petrolio BP (BP.L: Quotazione),
nonostante risultati in rialzo del 33% nel quarto trimestre a
3,45 miliardi di dollari. La società si aspetta inoltre
quest'anno una lieve flessione della produzione. Il titolo perde
il 4,54%, trascinandosi dietro l'intero settore energetico
, a -1,8%.
 * Nel prossimo Cda del 24 febbraio FRANCE TELECOM FTE.PA
proporrà la separazione delle cariche di presidente e direttore
generale, aprendo la strada alla nomina di Stéphane Richard come
direttore generale a partire dal primo marzo. Il titolo guadagna
circa lo 0,5%.
 * VIVENDI (VIV.PA: Quotazione), la numero uno dell'intrattenimento a
livello europeo, ha aumentato la sua partecipazione in Canal
Plus a circa l'80%. M6 (MMTP.PA: Quotazione) ha dichiarato ieri l'intenzione
di cederle la sua quota del 5,1% per 384,2 milioni di euro. Il
titolo perde lo 0,7% circa.