25 gennaio 2010 / 08:50 / 8 anni fa

BORSE EUROPA - Indici in rosso, focus su banche e risultati

                              indici                chiusura
                              alle 9,40    var %        2009  ---------------------------------------------------------------
 DJ EuroStoxx50 .STOXX50E    2.820,29    -0,58%    2.966,24
 FTSEurofirst300 .FTEU3      1.021,05    -0,38%    1.045,76
 DJ Stoxx banche .SX7P         212,42    +0,09%      221,27
 DJ Stoxx oil&gas .SXEP        326,64    -0,64%      330,54
 DJ stoxx tech .SX8P           188,10    -0,90%      184,35 ----------------------------------------------------------------
 PARIGI, 25 gennaio (Reuters) - Le borse europee aprono la seduta in calo, sulla scia delle perdite di venerdì scorso a Wall Street. Sono forti i timori che il piano del presidente Barack Obama per costringere le banche a diminuire i rischi, possa danneggiare i profitti degli istituti.
 Intorno alle 9,40 l‘indice FTSEurofirst 300 .FTEU3 perde lo 0,38%; il FTSE 100 .FTSE lo 0,13%, il DAX .GDAXI lo 0,74%, il CAC 40 .FCHI lo 044%.
 “L‘incertezza creata dall‘incessante ricerca del presidente Obama di ristabilire il suo valore politico a spese del comparto bancario continuerà a mietere vittime”, commenta David Buik, senior partner di BGC Partners.
 Le trimestrali Usa resteranno protagoniste della settimana. Nel dopoborsa americano toccherà oggi a APPLE (AAPL.O) e a TEXAS INSTRUMENTS TXN.N. Nei prossimi giorni arriveranno poi i risultati di FORD (F.N), BOEING (BA.N), MICROSOFT (MSFT.O), PROCTER & GAMBLE (PG.N) e CATERPILLAR (CAT.N).
  
 Tra i titoli in evidenza:
 * Dopo un avvio negativo, le banche recuperano terreno, spingendo l‘indice di settore .SX7P in territorio positivo a +0,18%. Tra i singoli titoli spiccano CREDIT AGRICOLE (CAGR.PA), a +1,7%, e SOCIETE GENERALE (SOGN.PA) a +2%. Un quotidiano ha menzionato una possibile joint venture delle loro unità di corporate e investment banking. * Il conglomerato olandese PHILIPS (PHG.AS) guadagna il 2,6% circa sulla scia di risultati migliori delle attese nel quarto trimestre, nonostante la visibilità oltre il breve termine resti debole.
 * Risultati in chiaroscuro per ERICSSON (ERICb.ST): ricavi e utile netto hanno deluso le attese, ma il dividendo proposto è stato più alto del previsto. Il titolo perde però il 3%.
 * Rialzo dell‘1,2% per EDF (EDF.PA). Il maggiore fornitore francese di energia elettrica vorrebbe aumantare le tariffe per finanziare nuovi investimenti, scrive oggi il quotidiano Les Echos.
 * La società tedesca CONERGY CGYG.DE guadagna oltre il 23% dopo un accordo con MEMC WFR.N che fa sperare nella possibilità di raggiungere entro fine marzo un accordo per un rifinanziamento.
        

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below