BORSE EUROPA - Indici negativi, piani Obama affossano banche

venerdì 22 gennaio 2010 15:55
 

                              indici                chiusura
                              alle 15,40   var %        2009
 ---------------------------------------------------------------
 DJ EuroStoxx50 .STOXX50E    2.831,22    -1,12%    2.966,24
 FTSEurofirst300 .FTEU3      1.023,28    -1,23%    1.045,76
 DJ Stoxx banche          210,45    -2,76%      221,27
 DJ Stoxx oil&gas         329,51    -1,40%      330,54
 DJ stoxx tech            189,89    -0,66%      184,35
----------------------------------------------------------------
 PARIGI, 22 gennaio (Reuters) - Le borse europee confermano
il segno negativo dopo l'apertura debole di Wall Street,
scendendo per la terza seduta consecutiva.
 A zavorrare i listini sono soprattutto le banche sulla scia
dei piani del presidente Usa Barack Obama per limitare le
dimensioni degli istituti, ridurne alcune delle attività di
trading e controllare l'esposizione al rischio.
 Intorno alle 15,40 l'indice FTSEurofirst 300 .FTEU3
arretra dell'1,2%. Sui singoli mercati nazionali il FTSE 100
.FTSE londinese cede lo 0,9%, il DAX tedesco .GDAXI l'1,2%,
il CAC 40 francese .FCHI l'1,3%.
 Dopo una serie di risultati societari Usa contrastanti oggi
gli investitori sono alle prese con i numeri annunciati dal
colosso General Electric (GE.N: Quotazione), i cui utili trimestrali hanno
superato le attese degli analisti senza però riuscire a fermare
l'ondata di vendite sui listini europei.
 A livello settoriale le banche sono le maggiori responsabili
dei ribassi delle borse del vecchio continente, con cali tra il
4 e il 6% per le big Barclays (BARC.L: Quotazione), Credit Suisse CSGN.VX,
UBS UBSN.VX, Societe Generale (SOGN.PA: Quotazione) e Deutsche Bank
(DBKGn.DE: Quotazione).
 L'indice DJ STOXX di settore , balzato del 48% l'anno
scorso, ha perso il 12% nelle ultime due settimane sul
nervosismo per i deboli utili trimestrali di grosse società Usa
e i crescenti timori su una stretta regolatoria.
 In lettera anche i petroliferi sulla scia della debolezza
del greggio nella seconda parte della settimana.
 
 Tra i titoli in evidenza:
 * MUNICH RE (MUVGn.DE: Quotazione) in controtendenza sale dello 0,4% su
voci di mercato secondo cui l'investitore Usa Warren Buffett
starebbe acquistando azioni della compagnia.
 * LUFTHANSA (LHAG.DE: Quotazione) lascia sul terreno oltre il 6%. I
trader riferiscono che il direttore finanziario della linea
aerea tedesca, in un incontro con gli analisti, avrebbe
descritto le stime della società per il 2010 come troppo alte.
  * SANOFI-AVENTIS (SASY.PA: Quotazione) cede più dell'1% sotto il peso
dei commenti del broker Sanford Bernstein, secondo cui potrebbe
avvicinarsi il via libera alla versione generica del Lovenox, il
farmaco del gruppo francese da 4 miliardi di dollari all'anno.
 * La società di giochi online PARTYGAMING PRTY.L balza di
quasi l'8% dopo l'annuncio di colloqui con una serie di
operatori del settore su potenziali opportunità di
consolidamento.