BORSE EUROPA - Indici in cauto rialzo, restano indietro banche

giovedì 21 gennaio 2010 16:27
 

                              indici                chiusura
                             alle 16,20    var %        2009
 ---------------------------------------------------------------
 DJ EuroStoxx50 .STOXX50E    2.926,68    +0,41%    2.966,24
 FTSEurofirst300 .FTEU3      1.054,50    +0,19%    1.045,76
 DJ Stoxx banche          221,18    -0,54%      221,27
 DJ Stoxx oil&gas         340,81    +0,43%      330,54
 DJ stoxx tech            193,67    +0,91%      184,35
----------------------------------------------------------------
 LONDRA, 21 gennaio (Reuters) - Le borse europee proseguono
in cauto rialzo, strette fra la buona trimestrale di Goldman
Sachs (GS.N: Quotazione) e l'aumento imprevisto degli iscritti alle liste di
disoccupazione negli Stati Uniti. Non sembra avere contraccolpi
sui mercati europei la partenza incerta di Wall Street.
 "I numeri sono stati accolti bene. Goldman è una storia
grossa nel settore finanziario e per il mercato in generale",
dice Peter Cardillo, chief market economist di Avalon Partners a
New York.
 L'andamento sulle piazze europee rimane comunque oscillante,
non essendosi ancora dissipati i timori innescati
dall'atteggiamento prudente delle autorità monetarie cinesi sul
credito. Giova comunque all'umore degli investitori il fatto che
l'economia cinese abbia messo a segno una crescita solida
nell'ultimo trimestre del 2009.
 Dopo aver toccato durante la mattinata il valore più basso
dal 4 gennaio a 1.048,41, l'indice FTSEurofirst 300 .FTEU3
sale intorno alle 16,20 dello 0,19% a 1.054,50. Il FTSE 100
.FTSE londinese è incerto a -0,12%, il DAX .GDAXI tedesco
sale dello 0,3% come il CAC parigino .FCHI.
 
 Tra i titoli in evidenza:
 * Bene i farmaceutici, con l'indice di riferimento 
che sale dello 0,7% trascinato da titoli come NOVARTIS NOVN.VX
e ASTRAZENECA, entrambe a +1,6% dopo aver incassato l'incremento
di target price da parte di Morgan Stanley. Novartis in
particolare viene accreditata di un buon vantaggio sulla rivale
Merck (-1,3%) nel trattamento per via orale della sclerosi a
placche, avendo depositato richieste di registrazione in Europa
e negli Usa.
 * Tonico anche l'alimentare, dove registrano rialzi
consistenti DANONE (DANO.PA: Quotazione) a +1,5% dopo il buon giudizio di
Rbs, NESTLE NESN.VX che balza a +2,9%, UNILEVER (ULVR.L: Quotazione) a
+1,3% e PERNOD RICARD (PERP.PA: Quotazione) a +1,7%.
 * Sale dello 0,7% l'energia , dove è in evidenza
TOTAL (TOTF.PA: Quotazione) che annuncia un piano di riorganizzazione della
propria logistica in Francia che prevede licenziamenti.
 * Non partecipano ai rialzi le banche, il cui indice europeo
 cede lo 0,4%. Pesanti le inglesi, dopo un'analisi che
solleva preoccupazione circa le conseguenze dei cambiamenti
nella regolamentazione della finanza sulla City. Perde il 3%
BARCLAYS (BARC.L: Quotazione), LLOYDS (LLOY.L: Quotazione) cede il 2,8%, RBS (RBS.L: Quotazione) il
4,2% e STANDARD CHARTERED (STAN.L: Quotazione) il 3,3%. Positiva invece HSBC
(HSBA.L: Quotazione) a +0,8%.
 * Crolla (-7%) TOMTOM (TOM2.AS: Quotazione) dopo la notizia che Nokia
NOK1V (+1,4% a Helsinki) offrirà un servizio di navigazione
gratuita sui propri cellulari per contrastare gli smartphone
delle società rivali.