BORSE EUROPA - Indici annullano perdite dopo avvio Wall Street

martedì 19 gennaio 2010 15:58
 

                              indici                chiusura
                              alle 15,45   var %        2009
 ---------------------------------------------------------------
 DJ EuroStoxx50 .STOXX50E    2.956,85    -0,03%    2.966,24
 FTSEurofirst300 .FTEU3      1.061,22    +0,07%    1.045,76
 DJ Stoxx banche          225,55    -0,52%      221,27
 DJ Stoxx oil&gas         341,94    +0,05%      330,54
 DJ stoxx tech            191,68    -0,27%      184,35
----------------------------------------------------------------
 LONDRA, 19 gennaio (Reuters) - Le borse europee azzerano i
ribassi nel pomeriggio, rassicurate dalla buona tenuta iniziale
di Wall Street dopo il breve sbandamento dei mercati seguito ai
risultati di Citigroup (C.N: Quotazione), che ha annunciato di aver chiuso
il quarto trimestre in perdita.
 A pesare sugli umori delle piazze del vecchio continente in
mattinata aveva contribuito la lettura più debole delle attese
dell'indice Zew sulla fiducia tedesca.
 A livello settoriale sono sotto deboli i bancari sulla scia
di Citi, mentre i telefonici, generalmente percepiti come
difensivi, guadagnano terreno.
 Intorno alle 15,45 l'indice FTSEurofirst 300 .FTEU3 è poco
mosso. Sui singoli mercati il FTSE 100 .FTSE londinese è
piatto, il DAX .GDAXI sale dello 0,25%, il CAC 40 .FCHI è in
rialzo dello 0,1%.
 
 Tra i titoli in evidenza:
 * CADBURY CBRY.L balza del 3,7% dopo che il board ha
raccomandato l'offerta migliorata da 11,9 miliardi di sterline
di Kraft KFT.N.
 * Il gigante della birra SABMILLER SAB.L lascia sul
terreno il 2,8% dopo aver annunciato volumi del terzo trimestre
sotto le attese.
 * A Parigi ALSTOM (ALSO.PA: Quotazione) cede circa il 3% sulla scia di
ordini e vendite inferiori alle previsioni e di un richiamo alla
cautela per i trend futuri.
 * Il gruppo editoriale britannico PEARSON (PSON.L: Quotazione) perde
l'1,7% nonostante abbia migliorato la guidance 2009, battendo le
attese degli analisti.
 * Vendite nel quarto trimestre deludenti appesantiscono la
catena di distribuzione CASINO (CASP.PA: Quotazione).