BORSE EUROPA - In rialzo con difensivi, SocGen pesa su bancari

mercoledì 13 gennaio 2010 10:21
 

                              indici                chiusura
                              alle 10,15   var %        2009
 ---------------------------------------------------------------
DJ EuroStoxx50 .STOXX50E    2.983,25    +0,22%    2.966,24
FTSEurofirst300 .FTEU3      1.057,69    +0,36%    1.045,76
DJ Stoxx banche          229,93    -0,39%      221,27
DJ Stoxx oil&gas         340,40    -0,14%      330,54
DJ stoxx tech            190,91    +0,94%      184,35
----------------------------------------------------------------
MILANO, 19 settembre (Reuters) - Dopo alcuni scambi iniziali
in calo, le borse europee sono passate in positivo sostenute dai
titoli difensivi, come alimentari e farmaceutici, che hanno
compensato le perdite del settore bancario.
 Sui finanziari si è abbattuta infatti la notizia di un
profit warning di Societe Generale, che sta trascinando al
ribasso l'intero comparto. Deboli anche i titoli sensibili ai
prezzi delle materie prime.
 Intorno alle 10 l'indice paneuropeo FTSEurofirst 300
.FTEU3 sale dello 0,2% a 1.056 punti dopo un minimo d'avvio a
1.051,40 punti.
 Sui singoli mercati, a Londra il FTSE 100 .FTSE cede lo
0,1%, in Germania il DAX .GDAXI sale dello 0,15% e a Parigi il
CAC 40 .FCHI scende dello 0,05%.
 
 Tra i titoli in evidenza
 * In deciso calo Societe Generale (SOGN.PA: Quotazione), che perde il
4%, sopra i minimi di inizio seduta, dopo l'annuncio di un
profit warning dovuto a nuove svalutazioni su asset rischiosi.
"Questo incremento delle svalutazioni è una sorpresa", commenta
in una nota CM-CIC Securities che comunque conferma il giudizio
"hold". La banca francese ha previsto per il quarto trimestre
del 2009 "un lieve utile" contro attese degli analisti di un
risultato netto positivo di circa 960 milioni di euro.
 * La notizia di SocGen ha allarmato il mercato sulle
possibili incognite che potrebbero ancora riservare i titoli
tossici e sta pesando su tutto il settore, anche se alcuni
analisti sottolineano che l'isitituto francese era più esposto
di altri. BNP Paribas (BNPP.PA: Quotazione) cede l'1,2%, UBS UBSN.VX lo
0,9%, Deutsche Bank (DBKGn.DE: Quotazione) l'1,6% e Barclays (BARC.L: Quotazione)
l'1,3%.
 * Tra i titoli difensivi ben comprati il produttore di birra
Anheuser-Busch InBev (ABI.BR: Quotazione), Nestle NESN.VX e Unilever
(UNc.AS: Quotazione), mentre nel settore farmaceutico brilla UCB (UCB.BR: Quotazione)
con un rialzo superiore al 4% grazie all'upgrade a "buy" da
"hold" di Citigroup.
 * Sotto pressione il settore energetico dopo che il greggio
CLc1 è sceso dell'1,3% su dati che riportavano un inatteso
incremento delle riserve di distillati negli Usa. BP (BP.L: Quotazione),
Royal Dutch Shell (RDSa.L: Quotazione) e Cairn Energy (CNE.L: Quotazione) sono tutte
negative.