BORSE EUROPA - Indici in rialzo con petroliferi e minerari

lunedì 11 gennaio 2010 10:03
 

                               indici              chiusura
                           alle 10,00     var%      2008
---------------------------------------------------------------


DJ EuroStoxx 50 .STOXX50E   3.041,66    +0,79    2.451,48
FTSEurofirst300 .FTEU3      1.073,76    +0,82      831,97
DJ Stoxx banche          236,52    +0,66      149,51
DJ Stoxx oil&gas         346,15    +1,63      264,50
DJ Stoxx tech            193,25    +0,49      152,86
---------------------------------------------------------------
 LONDRA, 11 gennaio (Reuters) - Borse europee in rialzo a
inizio seduta, spinte dalle società energetiche e minerarie dopo
i robusti dati commerciali cinesi.
 Intorno alle 10, il FTSEurofirst 300 .FTEU3 sale dello
0,8%. L'indice è in rialzo del 65% dai minimi storici dello
scorso marzo e venerdì ha chiuso sui massimi da ottobre 2008.
Sui singoli mercati, il Ftse 100 .FTSE londinese sale 
dell'1,13%, il Cac-40 francese .FCHI dello 0,97%  e il Dax
tedesco .GDAXI dello 0,84%.
 La crescita delle esportazioni e delle importazioni in Cina
nel mese di dicembre hanno ampiamente superato le attese dando
nuova evidenza al vigore dell'economia del gigante asiatico. I
dati hanno portato a un rafforzamento dei prezzi del petrolio e
dei metalli.
 "L'export e l'import cinesi sono stati molto forti e hanno
alimentato le aspettative sulla vitalità dell'economia globale",
commenta Bernard McAlinden, gestore di NCB Stockbrokers. "Siamo
ancora in un mercato ciclico-rialzista, anche se stiamo uscendo
dalla fase di rapida salita ed entrando in una fase più
selettiva".
 
 Tra i titoli in evidenza:
 * In scia ai dati cinesi e al rincaro dei metalli gli
acquisti si concentrano sul settore minerario, con Anglo
American (AAL.L: Quotazione), BHP Billiton (BLT.L: Quotazione), Eurasian Natural
Resources ENRC.L, Fresnillo (FRES.L: Quotazione),  Rio Tinto (RIO.L: Quotazione) e
Xstrata XTA.L in rialzo tra l'1,5% e il 3%. 
 * Bene anche il comparto dell'energia dopo che il greggio
CLc1 è salito a un massimo da 15 mesi sopra gli 83,60 dollari
al barile. Eni (ENI.MI: Quotazione), BP (BP.L: Quotazione), BG BG.L e StatoilHydro
(STL.OL: Quotazione) salgono tutti più dell'1%. 
 * In calo Telefonica (TEF.MC: Quotazione) (-1,9%) dopo la svalutazione
della moneta del Venezuela che ha portato a una serie di
downgrade sull'operatore telefonico spagnolo.
 * Roche ROG.VX guadagna circa l'1% dopo il via libera dei
regolatori Usa al farmaco Actemra per trattare l'artite
reumatoide.
 * Balza di quasi il 6% Heineken (HEIN.AS: Quotazione), in cima
all'indice DJ STOXX Food and Beverage , dopo l'annuncio
dell'acquisizione del produttore di birra messicano Femsa
(FMSAUBD.MX: Quotazione); trader e analisti concordano nel giudicare
positivamente valutazione e struttura dell'operazione.