BORSE EUROPA -Indici azzerano guadagni dopo dati occupazione Usa

venerdì 8 gennaio 2010 15:15
 

                               indici              chiusura
                           alle 15,10     var%      2008
---------------------------------------------------------------


DJ EuroStoxx 50 .STOXX50E   3.000,89    -0,21    2.451,48
FTSEurofirst300 .FTEU3      1.060,72    +0,05      831,97
DJ Stoxx banche          233,64    +0,66      149,51
DJ Stoxx oil&gas         339,28    -0,44      264,50
DJ Stoxx tech            191,89    -0,42      152,86
---------------------------------------------------------------
 LONDRA, 8 gennaio (Reuters) - Le borse europee annullano i
rialzi nel primo pomeriggio dopo i dati Usa che hanno mostrato
un'inattesa perdita di 85.000 posti di lavoro a dicembre,
raffreddando così l'ottimismo sulla ripresa del mercato del
lavoro.
 Intorno alle 15,10 il FTSEurofirst 300 .FTEU3 è
sostanzialmente piatto. In mattinata il benchmark aveva toccato
i massimi degli ultimi 15 mesi.
 Sui singoli mercati, il Ftse 100 .FTSE londinese scende
dello 0,38%, il Cac-40 francese .FCHI dello 0,11%  e il Dax
tedesco .GDAXI dello 0,5%.
 A livello settoriale cedono terreno gli energetici sulla
scia della flessione dei prezzi del greggio.
 
 Tra i titoli in evidenza:
 * METRO (MEOG.DE: Quotazione) è in calo di oltre l'1% dopo il downgrade
a "neutral" da "overweight" di JPMorgan, preoccupato per la
flessione delle vendite nell'Europa dell'est. Il broker teme si
ripeta quanto successo allla connazionale RAKTIKER (PRAG.DE: Quotazione),
oggi in ribasso del 4,5%, che ieri ha annunciato una flessione
dei ricavi a causa delle performance negative delle unità
dell'Europa orientale.
 * Un downgrade, queta volta da parte di Ing, è anche alla
base del calo del 2% circa accusato da TELEFONICA (TEF.MC: Quotazione), il
cui giudizio è passato a "sell" da "hold".
 * OHB (OHBG.DE: Quotazione) balza del 13%, ampliando i guadagni di ieri,
dopo l'ordine di 14 satelliti da parte dell'Unione europea. 
 * MAN GROUP (EMG.L: Quotazione) cede il 2,5% dopo che Morgan Stanley ha
tagliato il rating del gestore hedge a "equal-weight" da
"overweight" e ridotto il target price.