BORSE EUROPA - Salgono in attesa dati Usa, trainate da bancari

venerdì 8 gennaio 2010 10:29
 

                               indici              chiusura
                           alle 10,10     var%      2008
---------------------------------------------------------------


DJ EuroStoxx 50 .STOXX50E   3.016,34    +0,30    2.451,48
FTSEurofirst300 .FTEU3      1.065,38    +0,49      831,97
DJ Stoxx banche          235,08    +1,28      149,51
DJ Stoxx oil&gas         341,35    +0,16      264,50
DJ Stoxx tech            193,64    +0,51      152,86
---------------------------------------------------------------
 LONDRA, 8 gennaio (Reuters) - Le borse europee si muovono al
rialzo, sostenute dai titoli bancari. In controtendenza i
farmaceutici, l'industria chimica e le telecomunicazioni.
 Gli investitori attendono i dati sull'occupazione americana
a dicembre, scommettendo su un miglioramento del mercato del
lavoro. Il rapporto, che sarà pubblicato alle 14,30 italiane,
dovrebbe mostrare il primo stop in due anni al calo degli
occupati non agricoli. Un sondaggio di Reuters, condotto tra 84
economisti, stima che a dicembre il dato sull'occupazione sarà
piatto, dopo essere sceso di 11.000 unità a novembre.
 Alle 10,10 il FTSEurofirst 300 .FTEU3 guadagna lo 0,49%, a
1.065,38 punti. Sui singoli mercati, il Ftse 100 .FTSE
londinese avanza dello 0,21%, il Cac-40 francese .FCHI dello
0,43%  e il Dax tedesco .GDAXI dello 0,33%.
 
 Tra i titoli in evidenza:
 
 * Salgono i bancari, con l'indice di settore  che
registra +1,3%. In spolvero Barclays (BARC.L: Quotazione) e Deutsche Bank
(DBKGn.DE: Quotazione) dopo gli upgrade di Ubs.
 * Metro (MEOG.DE: Quotazione) è in calo dopo il downgrade a "neutral" da
"overweight" di JPMorgan, preoccupato per il calo delle vendite
nell'Europa dell'est. Il broker teme si ripeta quanto successo a
Praktiker (PRAG.DE: Quotazione), oggi in calo dell'1,7%, che ieri ha
annunciato una flessione dei ricavi a causa delle performance
negative delle unità dell'Europa orientale.
 * A Lisbona, il produttore di cemento Cimpor (CPR.LS: Quotazione) cede
lo 0,6%, dopo aver respinto l'opa del gruppo brasiliano
Companhia Siderurgica Nacional (CSNA3.SA: Quotazione) (SID.N: Quotazione).
 * OHB (OHBG.DE: Quotazione) balza di quasi il 20%, ampliando i guadagni
di ieri, dopo l'ordine di 14 satelliti da parte dell'Unione
europea. 
 * Man Group (EMG.L: Quotazione) cede quasi il 3%, dopo che Morgan
Stanley ha tagliato il rating del gestore hedge a "equal-weight"
da "overweight" e ridotto il target price. Il broker prevede una
riduzione degli utili a causa delle minori vendite e degli
emolumenti più bassi.