BORSE EUROPA - Indici piatti dopo nuovo record di 15 mesi

mercoledì 6 gennaio 2010 10:39
 

                               indici              chiusura
                           alle 10,15     var%      2008
---------------------------------------------------------------


DJ EuroStoxx 50 .STOXX50E   3.009,39    -0,10    2.451,48
FTSEurofirst300 .FTEU3      1.061,26    +0,08      831,97
DJ Stoxx banche          230,05    +0,24      149,51
DJ Stoxx oil&gas         338,39    -0,13      264,50
DJ Stoxx tech            190,01    +0,45      152,86
---------------------------------------------------------------
 LONDRA, 6 gennaio (Reuters) - I listini europei sono poco
mossi, dopo aver registrato un nuovo massimo degli ultimi
quindici mesi nelle prime battute. Sostengono i mercati i titoli
finanziari, farmaceutici e tecnologici.
 Gli investitori attendono i dati macroeconomici previsti per
oggi per capire la direzione del mercato. In particolare
aspettano i dati Adp sugli occupati nel settore privato negli
Stati Uniti per dicembre, che dovrebbero mostrare un calo dei
posti di lavoro limitato  a 73.000 unità, meno della metà dei
tagli registrati a novembre. Questi dati dovrebbero dare
un'indicazione sul dato mensile sull'occupazione che sarà reso
noto dal governo venerdì.
 Nelle prime battute il FTSEurofirst 300 .FTEU3 ha toccato
quota 1.064,25 punti, il valore più alto da ottobre 2008, mentre
alle 10,15 si muove in marginale rialzo, +0,08%, a 1.061 punti.
Sui singoli mercati, il Ftse 100 .FTSE londinese cede lo
0,18%, il Cac-40 francese .FCHI lo 0,01%  e il Dax tedesco
.GDAXI lo 0,06%.
 I mercati di Finlandia, Svezia, Austria e Grecia sono chiusi
per l'Epifania.


 Tra i titoli in evidenza:
 * Marks & Spencer (MKS.L: Quotazione) cede quasi il 5%. I risultati
trimestrali, pur registrando il primo aumento delle vendite in
oltre due anni, sono risultati inferiori alle attese. Il gruppo
ha inoltre messo in guardia sulle incertezze che potrebbe
riservare il 2010. 
* Deutsche Telekom (DTEGn.DE: Quotazione) scende di oltre il 2% dopo che
Ubs ha tagliato il rating a "sell" da "neutral". Tra le ragioni
del downgrade, le incognite del 2010 e i problemi strutturali
della rete mobile americana, T-Mobile Usa. 
* Peugeot Citroen (PEUP.PA: Quotazione) guadagna quasi il 4%, dopo
l'upgrade a "buy" da "neutral" di BofA Merrill Lynch, sui
maggiori ricavi e  previsioni di utile.  
  * Il fornitore irlandese  di materiali per le costruzioni
Grafton GRF_u.I è salito del 5% dopo aver stabilizzato i
ricavi e invertito la tendenza negativa sul principale mercato
in cui opera, quello britannico. 
 * I gruppi di servizi petroliferi Petrofac (PFC.L: Quotazione), Vallorec
(VLLP.PA: Quotazione) e Saipem (SPMI.MI: Quotazione) scendono dopo che Morgan Stanley ha
tagliato i loro rating.